<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1126676760698405&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home Gaming Cuffie gaming: come sceglierle, quali acquistare

Cuffie gaming: come sceglierle, quali acquistare

Le cuffie gaming migliorano la concentrazione e la qualità delle sessioni di gioco su PC e console grazie alla maggior percezione di suoni ed effetti (anche in surround) e all’isolamento dal mondo esterno. Si collegano tramite cavo o wireless, supportano diverse tipologie di dispositivi e hanno prezzi abbordabili. Scopriamo quali sono le dotazioni e le funzioni più importanti, come scegliere la cuffia più adattata ai vostri apparecchi e quale comprare.

In commercio esistono vari accessori e componenti che trasformano un PC o una console videogiochi collegati a Tv/monitor in postazioni gaming professionali.

Oltre alle soundbar e agli speaker esterni che vi abbiamo presentato in questo articolo e che migliorano di parecchio la qualità audio e l’effetto immersivo, alle sedie ergonomiche regolabili come questa e alle luci RGB come questa, esistono altri accessori molto utili e importanti come le cuffie gaming.

Non rappresentano un’alternativa alle soundbar e agli speaker esterni ma il loro perfetto completamento per rendere ancora più performanti le lunghe sessioni di gioco sia di giorno che di notte, migliorare il livello di immersività, ascoltare suoni ed effetti sonori che gli speaker non sono in grado di generare con la stessa precisione, chattare con gli avversari senza bisogno di microfoni esterni.

Credit: Logitech

In questo articolo vi spiegheremo come sono fatte le cuffie gaming, come si collegano alla console o al PC, quali sono le funzioni più importanti e quali modelli abbiamo selezionato per voi dopo un lungo lavoro di ricerca e comparazione.

Wireless o wired?

Come le tradizionali cuffie per l’ascolto della musica, anche quelle dedicate al mondo gaming possono essere dotate di cavi (wireless) e/o funzionare a onde radio (wireless – Bluetooth o soluzioni RF dedicate con dongle USB).

Tipologie di connessioni disponibili sulle cuffie gaming (Credit: Black Shark)

Se in passato le cuffie wired garantivano una qualità audio migliore e una riproduzione “zero lag” (zero ritardi tra l’emissione del suono e l’ascolto) rispetto a quelle wireless, ora la situazione è decisamente cambiata.

I dongle USB di ultima generazione operanti a 2,4 GHz (standard proprietari) e le versioni più recenti della tecnologia Bluetooth (5.x) hanno permesso di migliorare la qualità audio rispetto alle precedenti soluzioni grazie alla maggior banda a disposizione e ai codec più efficienti come l’aptX LL.

I moderni sistemi wireless hanno inoltre una latenza molto bassa (fondamentale per i gamer), consumano poca energia così da incrementare l’autonomia delle batterie e funzionano anche su grandi distanze (decine e decine di metri) senza il minimo disturbo.

Per tutti questi motivi, le cuffie gaming wireless rappresentano ormai la scelta quasi obbligata sia in termini di prestazioni che di comodità, anche se parecchi modelli wireless continuano ad offrire anche il collegamento via cavo per esigenze specifiche (es.: spinotti mini-jack per PC e console, cavo USB per sfruttare la scheda audio integrata nella cuffia, ecc.).

Il nostro consiglio è di acquistare una cuffia wireless con eventuali opzioni “cablate” e/o Bluetooth in base alle vostre esigenze e agli apparecchi con i quali volete utilizzarla (es.: smartphone, Smart TV, ecc.), facendo molta attenzione alla sua autonomia e alla possibilità di poter ricaricare la batteria anche durante l’uso così da non essere costretti ad interrompere la sessione di gioco.

Qualità audio: risposta in frequenza e dinamica

Le dimensioni e le caratteristiche dei driver acustici, cioè dei piccoli altoparlanti inseriti nelle cuffie (solitamente da 40 o 50 mm di diametro), sono determinanti ai fini della qualità del suono.

Struttura dei padiglioni delle cuffie gaming Corsair VOID RGB Elite

L’esperienza ci insegna che la qualità audio di un paio di cuffie (non solo gaming) è quasi sempre proporzionale al loro prezzo. È molto improbabile riuscire ad ascoltare un suono Hi-Fi perfettamente bilanciato in tutte le sue componenti (alti, medi, bassi, dinamica, ecc.) con una cuffia economica mentre è quasi certo che una cuffia gaming “top di gamma”, al netto dei vari “gadget” (led RGB, controlli chat, ecc.), sia anche un’ottima cuffia per l’ascolto di musica, film e serie Tv, ovvero con un’eccellente qualità del suono.

Di norma quest’ultima utilizza driver di alta qualità in grado di restituire ogni piccolo dettaglio del suono con la massima precisione, non solo musicale ma anche voci, rumori ambientali ed effetti tipici delle sessioni di gaming.

Sulla qualità del suono, soprattutto sull’estensione acustica verso le basse frequenze, incide anche la tipologia dei padiglioni.

Come vi abbiamo già spiegato in questo articolo, le cuffie a padiglione possono essere di tipo on-ear oppure over-ear.

I modelli on-ear sono solitamente più piccoli e leggeri perché i padiglioni si appoggiano alle orecchie senza circondarli, producono solitamente un suono di qualità (anche se i toni bassi sono talvolta limitati) mentre l’isolamento acustico è scarso, sia per l’ascoltatore sia per chi si trova nelle vicinanze.

Cuffia gaming/PC Trust Roha di tipo “on-ear”

I padiglioni over-ear, invece, abbracciano totalmente l’orecchio per migliorare l’acustica e l’isolamento ma sono anche più grandi, pesanti e, alla lunga, c’è il rischio che possano diventare meno confortevoli.

Cuffia gaming JBL Quantum ONE di tipo “over-ear”

Se avete un buon orecchio, non volete rinunciare alla qualità audio e siete disposti a spendere qualche decina di euro in più, vi consigliamo un buon paio di cuffie gaming over-ear a partire da 100-150 euro, valutando con attenzione la dimensione dei driver e dei cuscinetti (devono circondare le vostre orecchie), le soluzioni hardware e software adottate per migliorare il suono.

Stereo oppure surround?

Il 99% delle cuffie gaming cablate o wireless utilizza due driver e, di conseguenza, può generare solamente un suono stereo “reale”.

Tuttavia, grazie ai codec e alle tecnologie audio come Dolby Atmos, DTS Headphone:X e Tempest Audio 3D (Sony), è possibile ascoltare un suono multi-canale e surround anche sulle cuffie stereo compatibili, grazie al processo di virtualizzazione dei canali e degli oggetti sonori.

Credit: Logitech

Sofisticati algoritmi di psicoacustica permettono infatti di “posizionare” gli oggetti sonori (movimento di passi del nemico, spari e altri effetti) in uno spazio tridimensionale che il nostro cervello identifica come “reale” anche se, in realtà, è solo “virtuale” in quanto prodotto da due soli altoparlanti.

Anche se gli effetti di immersione e circondamento non sono equiparabili a quelli generati da un gruppo di diffusori acustici “fisicamente” presenti nella stanza (es.: Home Theater a 7.1.2 o 7.1.4 canali), il risultato è comunque molto efficace e rende più reali, emozionanti e coinvolgenti le sessioni di gioco (RPG, FPS, RTS, MMO ed anche simulazioni).

Prerequisito fondamentale è che la “sorgente” audio, ovvero la console oppure il PC, supportino queste tecnologie e codec sia a livello hardware che software, di default oppure con dispositivi, applicazioni e licenze aggiuntive (es.: DTS Sound Unbound).

App DTS Sound Unbound per PC Windows 10-11 e Xbox

Ad esempio, PC Windows e console Xbox X/S supportano le tecnologie surround Dolby Atmos, DTS:X, DTS Headphone:X e Windows Sonic mentre la PS5 si limita ai codec DTS HD e alla tecnologia proprietaria Tempest Audio.

Microfono con cancellazione del rumore

Il microfono ad archetto è di fondamentale importanza in una cuffia gaming perché assicura una totale interazione nei giochi online così come la registrazione di commenti audio.

Per ottenere i migliori risultati è necessario che il microfono sia di tipo unidirezionale così da catturare solo la vostra voce e non i rumori ambientali, meglio se dotato di tecnologia di cancellazione dei rumori (un filtro elettronico digitale che “pulisce” la voce da qualsiasi elemento estraneo) e di una buona (ma non eccessiva) sensibilità.

Microfono con funzione “flip-to-mute” per disattivarlo e attivarlo con un semplice movimento (Credit: HyperX)

Foto: Cuffie_gaming_mic_flip-to-mute.jpg

I microfoni con funzione “flip-to-mute” o “swivel-to-mute” sono molto comodi per poter zittire le comunicazioni in una frazione di secondo perché basta ruotare l’archetto invece di cercare e premere il tasto mute sul padiglione, il controller o la tastiera.

Massima attenzione al comfort

L’ergonomia delle cuffie gaming è uno degli elementi più importanti da considerare in fase di selezione e acquisto perché le sessioni di gioco possono prolungarsi per ore e, soprattutto d’estate, anche in ambienti caldi e umidi.

Se la cuffia è scomoda, genera una pressione eccessiva sui padiglioni auricolari e sulla testa (per colpa dell’archetto) e “soffoca” le orecchie, la sessione di gioco potrebbe trasformarsi in un’esperienza poco piacevole e distraente.

Per questi motivi sarebbe bene poter indossare le cuffie prima di acquistarle, anche solo per pochi minuti, recandosi presso un negozio “fisico”.

L’imbottitura dei cuscinetti auricolari e dell’archetto viene realizzata in gommapiuma, poliuretano espanso oppure memory foam (schiuma poliuretanica). Quest’ultimo materiale è sicuramente da preferire per la sua perfetta adattabilità, morbidezza e per l’eccellente isolamento acustico. Per questioni di igiene, è bene che i cuscinetti siano removibili, lavabili e sostituibili in caso di necessità, meglio se di differenti forme e misure per ottimizzare la “vestibilità”.

Cuscinetti in memory foam (Credit: Venice Player)

Ai fini del comfort sono altrettanto importanti il peso della cuffia e il suo design, ovvero il modo in cui si appoggia alla testa adattandosi alla forma del cranio.

Come scegliere la cuffia gaming?

Su internet e nei negozi di elettronica, audio e video si possono trovare centinaia di cuffie wired e wireless per l’utilizzo gaming con prezzi, caratteristiche e tipologie di utilizzo differenti.

In fase di acquisto, oltre ai consigli che vi abbiamo appena dato, è molto importante valutare il grado di compatibilità con la console o il PC che possedete. Alcune funzioni e dotazioni, infatti, vengono concepite per essere sfruttate solo con una determinata console mentre altre sono di tipo “universale”.

Per aiutarvi a scegliere il modello più adatto alle vostre esigenze (e budget) abbiamo selezionato cinque modelli a partire da soli 34 euro.

Logitech G332

  • Prezzo indicativo: a partire da 33,99 euro
  • Tipologia: wired (cavo fisso con mini-jack 3,5 mm)
  • Driver: 50 mm
  • Microfono: 6 mm, flip-to-mute
  • Durata batteria:
  • Peso: 280 g
  • Note: cancellazione del rumore, copri-orecchie ruotabili a 90°

Cuffia gaming wired di fascia economica ma con un eccellente rapporto qualità/prezzo. I driver da 50 mm regalano un suono corposo e cristallino, ben isolato dai cuscinetti rivestiti in finta pelle.

Il microfono unidirezionale cardioide da 6 mm con cancellazione del rumore è montato su un braccio regolabile dotato di funzione flip-to-mute (basta alzarlo per disattivare il microfono).

Da segnalare anche la piena compatibilità con qualsiasi sorgente audio dotata di uscita mini-jack 3,5 mm (smartphone, tablet, PC, Mac, PS4, Xbox One, Nintendo Switch, ecc.) e il supporto alla tecnologia audio spaziale Immerse.

HyperX Cloud Stinger Core

  • Prezzo indicativo: a partire da 54,99 euro
  • Tipologia: wireless (dongle USB 2,4 GHz)
  • Driver: 40 mm
  • Microfono: sì, swivel-to-mute
  • Durata batteria: 17 ore
  • Peso: 244 g
  • Note: compatibile DTS Headphone:X, microfono con cancellazione del rumore, cuscinetti in morbida schiuma, cursori archetto in acciaio

Cuffia wireless compatibile con PC e console PS4/PS5 grazie al dongle USB 2,4 GHz in dotazione.

Supporta la tecnologia surround DTS Headphone:X per un audio multidimensionale con 7.1 canali “virtuali” che migliorano la localizzazione di suoni ed effetti. I driver da 40 mm con magnete al neodimio assicurano una risposta audio di alta qualità.

I cuscinetti copri-padiglioni sono realizzati in soffice schiuma e tessuto traspirante per migliorare il comfort anche durante l’uso prolungato. Da segnalare anche il microfono flessibile unidirezionale con cancellazione del rumore e funzione swivel-to-mute, i comandi audio integrati nel padiglione e la batteria ricaricabile con 17 ore di autonomia.

Black Shark Goblin X4

  • Prezzo indicativo: a partire da 69,99 euro
  • Tipologia: wireless (dongle USB 2,4 GHz e Bluetooth 5.2) e wired (cavo removibile con mini-jack 3,5 mm)
  • Driver: 50 mm
  • Microfono: sì, removibile
  • Durata batteria: fino a 60 ore
  • Peso: 320 g
  • Note: profili di equalizzazione preimpostati (game, music, live), cuscinetti in memory foam, logo led RGB

Cuffia multifunzionale e multistandard compatibile non solo con console e PC gaming ma anche con qualsiasi altra sorgente audio analogica e digitale. Supporta infatti le connessioni cablate (mini-jack 3,5 mm) e quelle wireless sia con tecnologia Bluetooth (5.2) che proprietaria a 2,4 GHz con dongle USB in dotazione (per PC notebook e desktop, PS4, PS5, ecc.).

Il microfono unidirezionale è dotato di spinotto mini-jack per poterlo rimuovere durante l’ascolto di musica, film, ecc. La batteria da 1000 mA assicura un’autonomia massima di 60 ore e si ricarica in 2 ore e mezza via USB-C.

Da segnalare inoltre i driver da 50 mm di diametro, i profili di equalizzazione preimpostati (game, music, live) e il logo sui padiglioni retroilluminato con led RGB.

Logitech G733

  • Prezzo indicativo: a partire da 104,30 euro
  • Tipologia: wireless (dongle USB 2,4 GHz Lightspeed)
  • Driver: PRO-G 40 mm
  • Microfono: 6 mm, removibile
  • Durata batteria: fino a 29 ore
  • Peso: 278 g
  • Note: compatibile DTS Headphone:X 2.0, illuminazione Lightsync RGB, fascia per la testa reversibile e sostituibile, cuscinetti in memory foam, disponibile in 4 colori (bianco, blu, nero, lilla), cover microfono opzionali

La cuffia Logitech G733 è la scelta ideale per i gamer che non vogliono spendere troppo ma nemmeno rinunciare alla qualità audio, al comfort e al suono surround.

Il dongle USB 2,4 GHz Lightspeed permette il collegamento a PC e console PS4/PS5 mantenendo inalterata la qualità audio master, senza alcuna latenza e con un’autonomia che può sfiorare le 30 ore.

I driver PRO-G da 40 mm regalano un suono preciso e fedele, anche in 3D surround grazie al supporto DTS Headphone:X 2.0. I filtri BLUE VO!CE consentono di calibrare l’audio con regolazioni manuali e profili preimpostati attraverso il software G HUB.

Da segnalare anche l’illuminazione RGB su 2 zone con 16,8 milioni di colori e varie animazioni, i cuscinetti in memory foam a doppio strato che si adattano perfettamente alla forma della testa e del viso, la fascia a sospensione regolabile e removibile per alleviare e distribuire il peso della cuffia (solo 278 grammi).

SteelSeries Arctis 7+

  • Prezzo indicativo: a partire da 199,99 euro
  • Tipologia: wireless (dongle USB-C 2,4 GHz lossless) e wired (cavo removibile con mini-jack 3,5 mm)
  • Driver: 40 mm
  • Microfono: sì, retraibile
  • Durata batteria: oltre 30 ore
  • Peso: 353 g
  • Note: virtual surround sound 7.1, microfono con cancellazione del rumore, controlli On-Ear ChatMix, volume e mute, telaio in acciaio, disponibile in 2 colori (bianco e nero)

Arctis 7+ è una cuffia gaming wireless di fascia alta, confortevole (anche se un po’ pesante), robusta (il telaio è in acciaio) e versatile.

È compatibile con innumerevoli dispositivi come PC, Mac, PS5, PS4, Switch, smartphone e visori VR grazie al dongle USB-C (con adattatore USB-A) e alla presa mini-jack 3,5 mm.

I driver di alta qualità da 40 mm e l’amplificatore digitale supportano il software audio Sonar che abilita l’audio surround 7.1, la funzione ChatMix e l’equalizzatore parametrico.

Da segnalare anche il microfono retraibile con cancellazione del rumore e la batteria con autonomia di 30 ore che si ricarica via USB-C anche in modo rapido (solo 15 minuti di ricarica per 3 ore di autonomia).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php