<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1126676760698405&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home Smartlife Prototype the Future per scegliere la casa di domani

Prototype the Future per scegliere la casa di domani

In occasione della Milano Design Week Siemens Elettrodomestici  ha annunciato il vincitore di “Prototype the Future”

Prototype the Future è il progetto ideato da Ogilvy Italia che per un anno ha coinvolto l’architetto Francesco Librizzi, nella duplice veste di docente e brand ambassador Siemens, e gli studenti del corso in Space design del Biennio Specialistico in Interior Design di NABA, Nuova Accademia di Belle Arti nello studio e sviluppo di prototipi di soluzioni abitative del futuro, interpretando i cambiamenti nel modo di vivere la casa causati dalla pandemia, in termini di interazione tra spazi ed elettrodomestici.

Artificial Panorama

Dei nove progetti presentati, tutti studiati per proporre ambienti multifunzionali pensati per interpretare la realtà del domani, coniugandoli con la visione di tecnologia innovativa di Siemens, la giuria, formata da Francesco Librizzi e da un rappresentante di tutti gli attori coinvolti – Indiana, NABA, Ogilvy, Siemens – ha incoronato come vincitore “Artificial Panorama” delle studentesse cinesi Hu Meng, Yu Lan e Huang Yan.

Il prototipo, infatti, traendo ispirazione proprio dai recenti scenari di lockdown, si interroga sulla necessità di implementare la scenografia della nostra casa che, per quanto bella e funzionale, rimane fissa nello stesso luogo: con questi presupposti le tre giovani studentesse hanno sviluppato l’idea di creare un kit modulare di cubi (Future Modular Cube) che consente di comporre arredi, elettrodomestici e media della propria abitazione in modo molteplice e multiforme.

Questi oggetti, colorati e tra loro comunicanti, ampliano il panorama visuale e sensuale del fruitore trasformando la casa in un ambiente mutevole e sono in grado di rispondere a tutte le esigenze dei suoi abitanti, tra cui anche a quella di socialità. Infatti, attraverso la proiezione condivisa di una stessa scenografia in uno stesso momento, ci si può sentire più vicini e tornare con la mente ai momenti felici di condivisione.

Il progetto vincitore è stato trasformato in un’installazione vera e propria, esposta durante il FuoriSalone 2021 nel campus milanese di NABA, Nuova Accademia di Belle Arti in via C. Darwin 20, e aperta al pubblico per la visita dal 6 al 10 settembre. Ad accompagnare il prototipo anche la proiezione del docu-film sull’iniziativa, realizzato da Indiana Production, che svela tutto il processo e i behind the scenes dei mesi di lavoro degli studenti (vissuti in un contesto come quello dell’emergenza sanitaria globale) rendendo possibile la comprensione delle fasi salienti e degli aspetti più interessanti del processo di progettazione degli spazi del domani.

Le novità Siemens

Accanto all’installazione sono inoltre esposte le novità di prodotto di Siemens per il 2021, anch’esse espressione di una casa sempre più proiettata verso il futuro, dove i valori cardine del marchio di design, innovazione e tecnologia si uniscono dando vita a elettrodomestici, che non solo si integrano alla perfezione con il resto dell’ambiente cucina ma permettono all’utente finale anche di sperimentare una nuova dimensione di libertà nella vita di tutti i giorni.

 

A cominciare dalla cappa telescopica da piano glassdraftAir, che si distingue per le linee discrete e visivamente leggere del pannello in vetro lucido a scomparsa, che emerge solo quando è in uso, e coniugate a performance tecnologiche all’avanguardia: ad esempio con la rivoluzionaria tecnologia Guided Air, sviluppata dal Gruppo BSH, la cappa è in grado di controllare il flusso d’aria di fumi e vapori formando dietro al vetro una cortina d’aria aggiuntiva a forma di V che spinge verso il basso il vapore di cottura che sale. Inoltre, grazie alla tecnologia emotionLight pro, glassdraftAir consente di creare la giusta atmosfera in ogni momento, assecondando il proprio mood e lo stile dell’ambiente cucina, illuminando il vetro con un fascio di luce LED con una scelta cromatica di nove tonalità.

L’integrazione degli elettrodomestici

Dal medesimo concept progettuale che mira a un’integrazione seamless dei diversi elettrodomestici con il resto dell’ambiente cucina, nasce anche il piano cottura activeLight che, grazie ai led blu, sostituiti alle serigrafie dei piani tradizionali, consente di avere il pieno controllo delle zone del piano attive e delle intensità di cottura. Un piano a induzione che si adatta al proprio modo di cucinare: con la tecnologia flexInduction Plus l’elettrodomestico è in grado di riconosce automaticamente la grandezza delle pentole e, se la superficie necessaria è maggiore, le aree di cottura ausiliarie si attivano automaticamente in modo che la pentola sia sempre scaldata in modo uniforme.

Inoltre tramite WiFi, piano e cappa sono direttamente sintonizzati tra loro per controllare la potenza di aspirazione o quella delle zone di cottura in totale sicurezza e praticità: con i sensori climateControl e cookConnect, gli apparecchi misurano automaticamente la quantità di fumi e odori nell’aria. Infine con la app Home Connect è possibile monitorare i due elettrodomestici anche quando si è lontani, controllandoli da smartphone, smartwatch o tablet.

Attraverso questi prodotti e il progetto Prototype The Future, la Milano Design Week diventa ancora una volta una vetrina d’eccellenza, dove Siemens ha l’occasione di presentare al pubblico il meglio del brand e la propria visione di casa, intesa come un luogo in continua evoluzione in cui tecnologie uniche e design senza precedenti si incontrano per dare forma a spazi contemporanei, ricercati e destinati a trasformare i momenti di ogni giorno in esperienze straordinarie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php