<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1126676760698405&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home Audio Radio Rai, tutto quello che sentiremo prossimamente

Radio Rai, tutto quello che sentiremo prossimamente

Radio Rai ha divulgato il palinsesto dei dodici canali che compongono la sua offerta attuale. Molte le riconferme dei programmi di successo e anche qualche interessante novità.

Nonostante il fiorire di nuovi media, la radio non ha ancora perso del tutto l’antico smalto e la voglia di continuare a proporre contenuti di qualità è testimoniata dai palinsesti appena divulgati dalla struttura guidata dal direttore Roberto Sergio.

Radio Rai ha compiuto negli ultimi tre anni un profondo processo di trasformazione. “Alla base di questa rivoluzione – spiega Roberto Sergio –  sono stati i processi di digitalizzazione e alleggerimento delle produzioni. Innovazioni che hanno reso possibile la visual radio e le nuove offerte specializzate. Il tutto con grande efficientamento delle risorse produttive (+74% di contenuti prodotti nonostante un budget in contrazione e +5,5% di aumento dello share complessivo”.

Cinque obiettivi per il futuro di Radio Rai

Per il futuro, Radio Rai si pone cinque obiettivi, sintetizzati in parole chiave: switch off Fm, rilevamento ascolti, podcast, comunicazione, estero.

“Relativamente all’Fm – dice Roberto Sergio – si immagina un accompagnamento non traumatico verso lo switch off, con date certe. Questo consentirebbe a tutti gli editori di impostare al meglio le proprie strategie. Andare verso una trasmissione solo digitale significherebbe efficientare risorse, offrire a tutti una radio moderna e andare in una direzione di ecosostenibilità. Sul tema rilevamento ascolti, un sistema radio così moderno e all’€™avanguardia non deve essere misurato con interviste telefoniche. È giunto il tempo di aprire una nuova esperienza basata sul monitoraggio passivo, sui dati degli ascolti digitali e dei social”.

Un obiettivo è anche il podcasting, per il quale “è in arrivo a breve una nuova piattaforma Rai di audio on demand. Più di 50 nuovi podcast originali all’avvio e una library immensa con migliaia di ore di ascolto di altissima qualità. L’offerta Rai Radio oggi è forte e chiara, ma va comunicata più pesantemente, anche con eventi live in esterne e nella sede di via Asiago”.

Un’area che sembra avere un grande potenziale è l’estero: “Molti canali Rai Radio hanno un potenziale presso gli italiani all’estero o gli amanti della cultura italiana di ogni Paese. La digitalizzazione consente di andare fuori dai confini italiani. Riuscire quindi a far conoscere questi canali all’€™estero può essere un importante nuovo settore, anche di business“.

Il palinsesto di Radio Rai

Sono troppe le riconferme di programmi di successo e i nuovi appuntamenti  che sentiremo sui dodici canali di Radio Rai (Radio 1, Radio 2, Radio 3, Radio 1 Sport, Radio 2 Indie, Radio 3 Classica, Isoradio, Radio Kids, Radio Live, Radio Techetè, Radio Tutta Italiana e GR Parlamento) per descriverli e quindi vi invitiamo a fare clic su questo link o sull’immagine sottostante per poter aprire, leggere o anche salvare un Pdf che descrive tutti i programmi canale per canale.

Rai Radio

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php