<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1126676760698405&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home Aziende Apple Apple Watch Ultra diventa un computer subacqueo, con l’app Oceanic+

Apple Watch Ultra diventa un computer subacqueo, con l’app Oceanic+

È arrivata su Apple Watch Ultra l’app Oceanic+, progettata per trasformare l’orologio Apple più grande e resistente in un computer subacqueo completo e facile da usare.

Progettata da Huish Outdoors in collaborazione con Apple, l’app Oceanic+ permette a chi fa immersioni amatoriali di portare l’orologio che indossa ogni giorno a profondità prima irraggiungibili (fino a 40 metri) sfruttando al meglio il nuovo profondimetro e i sensori di temperatura dell’acqua di Apple Watch Ultra.

L’app Oceanic+ su Apple Watch Ultra e l’app complementare per iPhone offrono tutte le funzioni chiave di un computer subacqueo evoluto, opzioni complete per la pianificazione dell’immersione e informazioni dettagliate anche dopo l’immersione, afferma la società di Cupertino.

Apple Watch Ultra app Oceanic Plus

L’obiettivo di Huish Outdoors è alimentare lo spirito di avventura delle persone. L’app Oceanic+ su Apple Watch Ultra è una delle più grandi innovazioni che ha coinvolto il settore delle immersioni da molto tempo. Stiamo creando un’esperienza di immersione accessibile, condivisibile e migliore per tutti”, spiega Mike Huish, CEO dell’azienda.

Quando i primi sub hanno iniziato ad esplorare le profondità delle acque mondiali negli anni ’50, i computer subacquei non esistevano ancora e non sarebbero esistiti per altri 30 anni. Negli anni ’80 e ’90, molti sub professionisti ricorrevano ancora a carta e penna per creare le proprie tabelle di immersione. Usando l’algoritmo di decompressione di Bühlmann, monitoravano la profondità e il tempo trascorso in acqua per assicurarsi di immergersi in sicurezza senza sovraccaricare il corpo di azoto, sottolinea Apple.

Oggi Apple Watch Ultra trasforma completamente questa esperienza, offrendo a chi fa immersioni amatoriali un dispositivo più accessibile e comodo con tutte le funzioni che le persone già conoscono e apprezzano di Apple Watch.

Apple-Watch-Ultra-Oceanic-Plus-Andrea-Silvestri
Andrea Silvestri, Vice President of Product Development and Design di Huish Outdoors e a capo della creazione di Oceanic+, ha progettato il suo primo computer subacqueo nel 1998.

Ora c’è un compagno di immersioni perfetto che comunica le informazioni all’utente in modo chiaro e tempestivo”, afferma Andrea Silvestri, Vice President of Product Development and Design di Huish Outdoors, a capo della creazione di Oceanic+. Silvestri ha provato Oceanic+ sull’orologio in immersione per preparare l’app al lancio.

Silvestri apprezza Apple Watch Ultra per la sua intuitività, che permette all’utente di concentrarsi sull’ambiente circostante durante le immersioni senza dover fare calcoli mentali o usare pulsanti complicati come avviene con altri computer subacquei.

Display Retina ampio e luminoso, S8 SiP con processore dual‑core, dimensioni compatte, Digital Crown, tasto Azione dedicato e un feedback aptico progettato talmente bene da essere percepito anche in acqua: prima di Apple Watch Ultra, non si era mai visto niente di simile nel mondo delle immersioni”, afferma Silvestri.

Creato per l’esplorazione, l’avventura e gli sport di resistenza, Apple Watch Ultra è certificato WR100 e EN 13319, uno standard riconosciuto a livello internazionale per gli accessori di immersione, come i profondimetri, mette in evidenza Apple.

La cassa in titanio da 49 mm e il vetro anteriore piatto in cristallo di zaffiro mettono in risalto il display per Apple Watch più grande e luminoso di sempre (fino a 2000 nit), che offre una visibilità elevata sott’acqua. Il tasto Azione può essere personalizzato in modo da aprire la schermata pre-immersione dell’app Oceanic+, mentre, durante l’immersione, permette di segnare la posizione nella bussola.

Apple-Watch-Ultra-Oceanic-Plus-pre-dive

Silvestri ricorda i primi anni ’90, quando ha creato il suo primo computer subacqueo. “La maggior parte dei computer subacquei usa un algoritmo simile, ma in pratica serve una laurea per capire le informazioni che vengono date”, spiega. “Una delle cose più rivoluzionarie di questa nuova app è l’interfaccia utente: i colori e le animazioni, con un’unica freccia che mi dice di salire, scendere, fermarmi. È il modo più semplice per trasmettere quelle informazioni”.

Uno dei primi obiettivi era l’intuitività. Le persone che sanno usare un Apple Watch sanno già anche come si usa questo computer subacqueo, perché mostra loro le informazioni in un formato che sono in grado di capire. I menu di navigazione sono semplici: ruotando la Digital Crown e usando il tasto Azione, si può navigare nell’interfaccia e usare tutte le funzionalità da computer subacqueo mentre si fa un’immersione“, afferma Mike Huish.

Con la pianificazione dell’immersione, spiega Apple, l’utente può impostare il tempo in superficie, la propria profondità e il livello di ossigeno nelle bombole: Oceanic+ calcolerà il tempo di non decompressione, un parametro utilizzato per determinare il tempo massimo per cui si può rimanere a una certa profondità. Vengono anche mostrate le condizioni di immersione, come maree, temperatura dell’acqua e persino informazioni aggiornate condivise dalla comunità di utenti, come le correnti e la visibilità.

Apple-Watch-Ultra-Oceanic-Plus-Complications

Dopo l’immersione l’utente vedrà i dati, compresi i punti di ingresso e uscita calcolati dal GPS, comparire automaticamente su Apple Watch Ultra, insieme a un riepilogo del profilo di immersione. Il riepilogo nell’app Oceanic+ su iPhone offre ulteriori informazioni, tra cui una mappa dei punti di ingresso e uscita, e relativi grafici a profondità, temperatura, tasso di risalita e limite di non decompressione.

Una delle funzioni più intuitive di Oceanic+ su Apple Watch Ultra – afferma Apple – è il feedback aptico, una caratteristica di progettazione sia dell’hardware che del software, che consente all’orologio di riprodurre un tocco sul polso dell’utente attraverso una serie di vibrazioni. In questo modo le notifiche possono essere percepite quando si è sott’acqua, anche se si indossa una muta spessa 7 mm.

Nella vita di tutti i giorni il feedback aptico è una funzione semplice e comoda, ma sott’acqua gioca un ruolo inaspettato: farsi sentire nonostante l’eco di fondo.

Apple-Watch-Ultra-Oceanic-Plus-Dive-Log-Book

La propagazione del suono nell’acqua è molto più potente che nell’aria. Se sto facendo un’immersione con un’altra persona e il suo computer subacqueo emette un suono, non riesco a capire se è il mio dispositivo o il suo. Sento un beep, ma non capisco da dove viene. Incorporando il feedback aptico di Apple Watch Ultra, abbiamo reso l’esperienza molto personale: si sente un tocco gentile che fa da guida”, spiega Silvestri.

L’app Oceanic+ offre complicazioni che permettono all’utente di tenere d’occhio informazioni e strumenti importanti, come il tempo che deve trascorrere prima di poter prendere un aereo, il tempo in superficie, l’accesso rapido alla pianificazione dell’immersione, le impostazioni di immersione, l’altitudine attuale, l’altitudine massima consentita e un pulsante di accesso rapido per tornare all’app. L’utente può registrare e confrontare tutti i dettagli della sua immersione, dalla pianificazione al primo tuffo fino al ritorno sulla terraferma, e poi condividere le sue esperienze con altri sub direttamente dall’app.

Se si chiede a chi fa immersioni cosa prova, ogni persona esprimerà un ventaglio di sensazioni. Per Huish, è una sensazione di relax totale, simile al volo. Per Silvestri è uno stato di meditazione: “È del tempo per sé stessi: solo tu e il tuo respiro, tutt’intorno pesci e un ambiente straordinario”.

Huish Outdoors
Huish Outdoors ha sottoposto l’app Oceanic+ a rigorosi test in luoghi per le immersioni in tutto il mondo per prepararla al lancio.

Nick Hollis, brand manager di Oceanic presso Huish Outdoors, che ha conseguito il brevetto di subacqueo all’età di 10 anni, racconta l’emozione di avventurarsi nell’ignoto: “La parte più elettrizzante è quando inizi a scendere verso una barriera corallina o il relitto di una nave, qualsiasi cosa tu stia andando a vedere. Potresti avere la fortuna di avvistare una manta gigante, un banco di squali martello, o i delfini. Ogni volta che ti tuffi, non sai mai cosa ti aspetta”.

Olivier Laguette, Vice President of Marketing di Huish Outdoors, paragona le immersioni ai viaggi nello spazio: c’è la stessa assenza di peso e una libertà irraggiungibile sulla terraferma.

Oceanic+ è stata progettata per chiunque voglia tuffarsi nelle avventure che riserva il mondo acquatico. L’app funziona in coppia con Apple Watch Ultra per gestire tutti i calcoli complessi necessari per esplorare il mare in sicurezza, offrendo segnali e indicazioni semplici e facili da capire prima, durante e dopo l’immersione.

Spiega Silvestri: “L’immersione subacquea è uno dei pochi sport in cui un computer è praticamente indispensabile. Non tutti fanno immersioni ogni giorno, ma pensiamo che le persone debbano avere la possibilità di provare questo sport, in modo da trascorrere tempo in acqua e sviluppare un maggiore rispetto nei confronti della natura. Ed è questo il messaggio principale, tornando a quello che diceva Jacques Cousteau 50 anni fa: dobbiamo cavalcare quest’onda, dobbiamo portare più gente in acqua”.

Apple-Watch-Ultra-Oceanic-Plus-primary-screen

L’app Oceanic+ per Apple Watch Ultra è disponibile per il download sull’App Store: richiede un Apple Watch Ultra con watchOS 9.1, abbinato a un iPhone 8 o successivo oppure a un iPhone SE (seconda generazione) o successivo con iOS 16.1.

L’abbonamento base – informa Apple – è gratuito e include molte funzioni comuni per l’immersione, come profondità e durata, e il registro delle immersioni più recenti.

Per accedere al monitoraggio della decompressione, al carico dei tessuti, alla pianificazione della posizione e al registro delle immersioni illimitato in Oceanic+, l’abbonamento costa 12,49 euro al mese o 98,99 euro all’anno. Il piano “In famiglia” è disponibile per 139,99 euro all’anno e permette di condividere l’abbonamento fra un massimo di cinque persone.

Apple, infine, raccomanda di seguire sempre i protocolli di immersione, immergersi insieme a un’altra persona e portare con sé un dispositivo di riserva.

Informazioni sulla resistenza all’acqua di Apple Watch sono disponibili sul sito di supporto di Apple.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php