Home TV Satellite Guida ai decoder certificati Tivùsat: 19 modelli

Guida ai decoder certificati Tivùsat: 19 modelli

I decoder certificati da tivùsat sono la soluzione più versatile per accedere ai canali radiotelevisivi e agli altri servizi, in alcuni casi addirittura l’unica a disposizione. Si possono infatti collegare a qualsiasi televisore, anche di vecchia generazione con ingressi Scart, RCA oppure HDMI, permettono di ricevere non solo i canali ma anche i servizi interattivi e connessi (tivùon!, RaiPlay, ecc.) e supportano la stragrande maggioranza degli impianti satellitari (fissi, motorizzati, centralizzati). L’offerta si divide in 3 categorie: 4K, HD Classic e HD.

Alla categoria 4K appartengono quei modelli che permettono di ricevere non solo i canali SD e HD ma anche quelli di tivùsat in formato Ultra HD e in forma criptata, ovvero Rai 4K, MyZen 4K, Museum 4K e Travelxp 4K. È importante sottolineare che questi modelli non supportano al momento la protezione ECP che in futuro potrebbe essere applicata a canali e programmi Ultra HD. L’ECP è invece supportata dalle CAM Tivùsat 4K ma solo se inserite in Tv compatibili (ECP Ready).

I decoder HD Classic sono quei modelli lanciati sul mercato negli ultimi mesi, progettati per chi vuole scoprire il mondo tivùsat senza troppe complicazioni, desidera vedere tutti i canali radiotelevisivi SD/HD (ma non 4K) e non è interessato ai servizi interattivi e connessi VOD/OTT come RaiPlay, Mediaset Play ed altri.

I decoder HD, ormai sul mercato da qualche anno, sono invece destinati a chi vuole ricevere sia i canali SD/HD che i servizi VOD e OTT (limitatamente alla vecchia piattaforma MHP), ovvero provare un’esperienza a 360° ma senza il “plus” del 4K.

Tivùsat, il futuro è già adesso

Tutti i modelli hanno in dotazione la smart card da attivare gratuitamente per abilitare la visione dei canali e soddisfano i requisiti base per la certificazione tivùsat. Tra questi il riordino dei canali secondo la numerazione LCN ufficiale (spesso con priorità dei canali HD rispetto agli SD – funzione Easy HD), l’aggiornamento di firmware e lista canali anche quando il decoder è acceso e/o in standby, la ricerca “tivùsat e altri” che evita di saturare la memoria del decoder.

Alcuni modelli permettono anche di registrare i programmi ed attivare la pausa intelligente (Timeshift), alcuni supportano solo gli LNB e i multiswitch centralizzati di tipo SCR mentre altri anche dCSS, alcuni offrono il display frontale che si trasforma in un comodo orologio quando il decoder è in standby.

Dal momento che i decoder tivùsat rappresentano una soluzione efficace al problema degli switch-off terrestri, al pari dei Tv e dei decoder DTT di nuova generazione con tuner DVB-T2 HEVC Main 10 possono beneficiare del Bonus TV di 50 euro destinato ai nuclei familiari con ISEE fino a 20 mila euro.

Decoder certificati 4K

DIGIQUEST Q60

4K su DTT e tivùsat con PVR “full”

Foto: Articolo1Tivusat_DigiQ60.jpg

Prezzo: non ancora disponibile

Q60 è la sigla del nuovissimo decoder Combo firmato Digiquest, certificato tivùsat 4K Ultra HD ed equipaggiato con un doppio sintonizzatore DVB-T/T2 e S/S2 HEVC Main 10 per ricevere sia i canali satellitari che quelli terrestri.

L’hardware di nuova generazione ha tutta la potenza necessaria per godere della migliore qualità audio/video su entrambe le piattaforme (anche in HDR/HLG e Dolby Digital/Dolby Digital Plus) ma anche per le funzioni extra (non sempre disponibili sui tivùbox) come il PVR ed il Timeshift.

Il Q60 può infatti registrare in formato proprietario fino a due canali e guardarne un terzo appartenente allo stesso pacchetto (mux o transponder) così come mettere in pausa una qualsiasi trasmissione televisiva e riprenderla in seguito dallo stesso punto (Timeshift). È compatibile con i comandi DiSEqC 1.0, DiSEqC 1.2, USALS, SCR e dCSS.

Troviamo anche l’ordinamento LCN terrestre e satellitare Easy HD con priorità ai canali HD, il doppio lettore smart card (Nagravision Merlin e standard), la piattaforma interattiva HbbTV, la EPG tivùsat, le app integrate e connesse, la predisposizione Wi-Fi con dongle USB, l’aggiornamento firmware tramite OTA, USB e FTP. Non supporta la protezione ECP.

Il parco connessioni comprende l’uscita passante satellitare per un secondo decoder, le uscite HDMI, Mini AV e S/PDIF, due porte USB 2.0 e 3.0.

Può essere impiegato anche su camper e barche grazie all’alimentazione a 12Vcc.

OPENTEL UHD 4000

Il primo 4K con telecomando 2in1

Prezzo: 160,00 euro (indicativo)

L’Opentel UHD 4000 è stato il primo decoder tivùsat 4K a debuttare sul mercato e, grazie ai continui aggiornamenti, è tuttora un prodotto all’avanguardia. Il PVR consente la visione e la registrazione simultanee mentre il menu OSD è ben organizzato e integrato con i servizi tivùon!. È anche uno dei pochi tivùbox che supporta la ricerca dei canali anche tramite Blind Scan. È compatibile con la quasi totalità degli impianti di ricezione satellitari (anche dCSS), può accogliere fino a due smart card, è predisposto per la connettività Wi-Fi (con dongle opzionale ACC WiFi4000) ed include l’originale telecomando programmabile 2in1 con funzione di clonazione. È abbastanza compatto (240x45x155 mm) e vanta un design moderno ed elegante con finiture lucide e satinate. L’hardware si basa sul SoC Broadcom BCM 72604, utilizzato anche da diversi Android TV Box, abbinato a 2 GB di memoria Ram e 512 MB di NAND Flash.

Troviamo anche l’ordinamento LCN con priorità dei canali HD, le uscite AV digitali (HDMI e S/PDIF ottica) e analogiche (Scart), 8 liste preferite, il Parental Control avanzato (blocco decoder, canali, menu installazione/preferenze, ecc.), la modalità di risparmio energetico in standby, la funzione CEC (HDMI) e la doppia alimentazione (220 Vca e 12 Vcc). Non è compatibile con il servizio OTT Mediaset Play.

STRONG SRT 7840

Prezzo: 159,00 euro (indicativo)

Tra le peculiarità dello Strong SRT 7840 si segnala la procedura di installazione iniziale totalmente guidata, la velocità e la copertura del Wi-Fi Dual Band ac con tecnologia MIMO 2×2, la doppia porta USB (2.0 e 3.0 – laterale e posteriore). Il PVR non consente di registrare e vedere due diversi canali né di esportare le registrazioni (cifrate) ma è comunque pratico, personalizzabile e compatibile con qualsiasi canale (anche 4K). Ha anche un design elegante grazie ai bordi stondati, alla finitura opaca, al tasto di accensione e standby retroilluminato e al logo Strong inciso sul lato superiore. L’hardware è basato sull’architettura ARM Cortex A53 a 64 bit ed integra la GPU Mali450 capace di gestire senza problemi i flussi Ultra HD a 60 fps, la decodifica a 10 bit ed i codec più avanzati (AVS2, H.265/HEVC, VP9, AVS+, H.264/AVC MVC, Real, DivX, MPEG-1/2/4 e VC-1).

Da segnalare anche il supporto HDMI-CEC per il controllo remoto unificato (un solo telecomando per TV, decoder, sintoampli Home Theater, ecc.), la compatibilità con le trasmissioni HDR, la presa minijack IR per il collegamento di un ripetitore di telecomando (purtroppo solo opzionale), la doppia alimentazione (220 Vca e 12 Vcc).

THOMSON THS840

Prezzo: 170,00 euro (indicativo)

Elegante e funzionale, il Thomson THS840 adotta lo stesso hardware dello Strong SRT 7840. Ha tutto quello che serve per vedere e registrare i canali tivùsat, quelli free-to-air e quelli pay di altri operatori satellitari che utilizzano la codifica Nagravision, ma anche i servizi connessi HbbTV. I suoi punti di forza sono il modulo Wi-Fi ac Dual Band integrato che assicura connessioni veloci ed evita di posare il cavo Ethernet, la nuova user interface customizzata che ha sostituito la precedente OpApp con l’aggiornamento 0.6.5 per rendere più rapido e intuitivo l’utilizzo del decoder, il PVR esteso ai canali 4K “premium” ed il Mediaplayer compatibile MKV (purtroppo solo via USB – no LAN). Troviamo anche la configurazione iniziale passo-passo a prova di principiante, il supporto HDR (sempre grazie all’ultimo aggiornamento – OTA e USB), il display a led frontale e ben 2 porte USB di cui una SuperSpeed 3.0. Grazie all’estensore IR (opzionale) ed alla doppia alimentazione (12Vcc/220Vca) può essere facilmente installato su camper e barche. L’unica pecca, che si auguriamo venga risolta con uno dei prossimi aggiornamenti firmware, è l’incompatibilità con gli LNB e i multiswitch dCSS.

Decoder certificati Classic

ADB i-CAN S490

Prezzo: Euro 120,00 (indicativo)

Anche ADB, storico produttore di decoder e tra i primi a lanciare sul mercato un box tivùsat certificato, ha in catalogo un modello Classic facile da usare ma non per questo povero di funzionalità. Si chiama S490 e permette di accedere a tutti i canali tivùsat SD/HD ed a quelli free in onda su Hotbird. Il merito è soprattutto del telecomando universale, idoneo a gestire anche le principali funzioni di migliaia di televisori (on/standby, volume e ingresso AV), ma anche dell’ordinamento automatico dei canali e della guida settimanale tivùsat. Il supporto DiSEqC, SCR e dCSS permettono di collegarlo a qualsiasi parabola privata e condominiale, anche se già utilizzata per Sky, mentre il Media Player consente di vedere video (anche MKV), foto e ascoltare musica attraverso il Tv e l’impianto Hi-Fi/Home Theater (sul retro c’è la presa audio digitale S/PDIF ottica). Come altri box Classic è sprovvisto di PVR. Il parco connessioni comprende anche le uscite audio/video analogiche RCA (cinch giallo, rosso e bianco) con adattatore Scart per i vecchi televisori non HD. Si può aggiornare via antenna oppure USB, ha il Parental Control, lo standby doppio (normale e a risparmio energetico), la guida all’installazione passo passo iniziale. Si alimenta a 12Vcc con l’adattatore di rete in dotazione oppure con la linea a bassa tensione presente sui mezzi mobili (caravan, camper, barche, ecc.).

DiProgress DPS102TV

Prezzo: Euro 120,00 (indicativo)

Il DPS102TV è dotato di sintonizzatore DVB-S2 MPEG-2, MPEG-4 e HEVC 10 bit per l’accesso completo all’offerta tivùsat SD/HD ma anche ai canali free-to-air attuali e futuri visibili con la parabola satellitare. Come altri tivùbox, non si limita alla posizione di Hotbird ma può ricevere migliaia di canali da altri satelliti grazie al controllo delle parabole fisse Multi Feed e motorizzate tramite comandi DiSEqC. È inoltre compatibile con i vecchi impianti condominiali di tipo IF-IF e con quelli di nuova generazione con componenti SCR e dCSS.

Troviamo anche il PVR e il player multimediale via USB (MKV, AVI, MP4, MP3, JPG e BMP), il lettore smart card (tivùsat e Nagravision standard), l’ordinamento automatico LCN Easy HD per avere nelle prime posizioni le versioni in alta definizione dei canali duplicati SD+HD (es.: Rai 1 HD e Rai 1), la doppia uscita AV digitale (HDMI) e analogica (Scart), la porta Ethernet per i servizi connessi (no tivùon!), la presa di alimentazione 12Vcc (casa e mezzi mobili). Il firmware è aggiornabile automaticamente via satellite (OTA) oppure manualmente (USB) mentre la guida ai programmi utilizza le informazioni sui palinsesti fornite direttamente da tivùsat. Anche questo modello è particolarmente indicato per le persone anziane per via del pratico telecomando in dotazione, universale e programmabile per controllare sia il decoder che il televisore.

Digiquest Classic Q20/Q30

Prezzo: Euro 130,00/140,00 (indicativo)

Il Digiquest Classic Q30 è un tivùbox minimalista, facile da configurare ed utilizzare da chiunque. Niente menu affollati e spesso complicati, nessuna funzione VOD/OTT (non sempre facile da gestire) ma tutto quello che serve per guardare i canali di tivùsat, anche HD ma non 4K, e quelli free-to-air in onda su Hotbird ed altri satelliti.

Il tuner DVB-S2 è aggiornato con le ultime tecnologie: pur non supportando le trasmissioni 4K SDR/HDR (per queste serve un tivùbox 4K oppure un TV 4K DVB-S2 con la CAM tivùsat 4K) è perfettamente compatibile con tutti i segnali DVB-S/S2 in MPEG-2, MPEG-4 e HEVC in formato SD e HD.

I suoi punti di forza sono la procedura di installazione iniziale intuitiva e guidata, il menu OSD semplice ma completo, il PVR senza troppi vincoli, il pieno supporto SCR e dCSS, il telecomando programmabile per gestire anche le funzioni base di un qualsiasi televisore, l’aggiornamento firmware via FTP, USB e OTA. Nel corso del test abbiamo apprezzato anche le app connesse (soprattutto Google Map), la comoda funzione di backup e restore della lista canali, il Parental Control avanzato (blocca anche l’accesso al decoder), il Mediaplayer per foto, musica e video (anche HD e HEVC). Misura 170x113x35 mm e può essere facilmente installato anche su camper e barche grazie alla doppia alimentazione 12Vcc/22Vca. Chi non è interessato alla funzione PVR può scegliere il modello Q20 che ripropone le stesse caratteristiche e dotazioni del Q30 ad un prezzo leggermente inferiore.

Fuba ODE718 HEVC

Prezzo: su richiesta

L’ODE718 HEVC è un tivùbox che strizza l’occhio ai telespettatori che non si accontentano dei pochi canali HD presenti sul digitale terrestre e desiderano avere una scelta più ampia (e nessuna complicazione) passando a tivùsat. Gli stessi utenti che non sono interessati ai servizi OTT e nemmeno a registrare i programmi ma solo vederli, con la migliore qualità audio/video attualmente disponibile e con la garanzia dell’ordinamento LCN (qui nella versione Easy HD). Pur senza PVR né Timeshift, si dimostra un decoder pratico e funzionale, facile da installare grazie alla guida iniziale passo-passo (davvero per tutti) e da configurare attraverso l’eccellente menu OSD. Troviamo anche il Parental Control che protegge alcune voci del menu e i programmi non adatti ai bambini (finalmente spiegato con chiarezza), l’ottima EPG curata da tivùsat, la funzione di backup e restore della lista canali (comoda per gli installatori), la presa Scart aggiuntiva per utilizzarlo anche nelle seconde e terze case sui Tv più vecchi (rinunciando però all’HD). Altre due peculiarità sono il player Webradio (al momento non personalizzabile) e la possibilità di modificare la frequenza e i parametri dell’Home Transponder di tivùsat.

Le ridotte dimensioni e la doppia alimentazione 12Vcc/220Vca permettono di utilizzarlo sia a casa che su camper e barche.

Humax Tivumax LITE/LT (HD-3600S2/HD-3800S2)

Prezzo: Euro 130,00 (indicativo)

Emme Esse

I tivùbox Classic Humax LITE e LT (3600S2/3800S2) sono stati progettati e differenziati per soddisfare le richieste sia del mercato consumer sia di quello professionale (canale antennisti).

Caratteristiche comuni ai due modelli sono il tuner DVB-S2 HEVC Main 10, la compatibilità con gli impianti satellitari DiSEqC 1.0, DiSEqC 1.2, USALS, SCR e dCSS, l’ordinamento LCN Easy HD, l’upgrade firmware via USB e OTA, la guida ai programmi tivùsat, il supporto audio multitraccia (anche Dolby Digital e Dolby Digital Plus), il mediaplayer compatibile H.265/H.264, MPEG-4, VC-1, AVS, MVC, MKV, JPEG, BMP e MP3, il Parental Control e il telecomando programmabile 2in1 per copiare i tasti funzione principali del telecomando di qualsiasi televisore.

Il Tivùmax LT HD-3800S2 aggiunge anche la compatibilità con gli impianti satellitari IF-IF (SMATV) grazie alla ricerca Blind Scan e viene distribuito in esclusiva sul canale professionale dalla bresciana Emme Esse (codice prodotto 80988). Altre dotazioni comuni sono il pannello comandi posizionato sul guscio superiore, l’alimentazione esterna a 12V per l’uso stanziale e mobile, la predisposizione Wi-Fi con dongle opzionale dedicato (80HWF).

Metronic Orion 1.0

Prezzo: Euro 119,00 (indicativo)

Anche il Metronic Orion, come altri box tivùsat Classic, utilizza una piattaforma hardware OEM condivisa tra vari brand e modelli come si nota dalla disposizione dei comandi, dallo slot card laterale e dal parco connessioni.

Il tuner DVB-S2 HEVC Main 10 permette di sintonizzare fino a 4000 canali da parabole fisse, motorizzate e centralizzate che utilizzano le tecnologie DiSEqC, SCR e dCSS. La porta USB 2.0 laterale permette di riprodurre video, foto e musica ma anche di aggiornare il firmware manualmente (in alternativa alla procedura automatica via satellite OTA e internet FTP). Non è invece predisposta per le registrazioni e il Timeshift. Tra le altre dotazioni segnaliamo il Parental Control con filtro programmi per età, il timer, la EPG tivùsat, le applicazioni Meteo e Google Maps che richiedono il collegamento a modem/router via Ethernet, il telecomando 2in1 per le funzioni base del televisore. Oltre all’uscita HDMI in versione 1.4 (SD, HD 720p e Full HD 1080p) e S/PDIF ottica (Toslink – audio digitale), sul retro è presente una Scart per i televisori più vecchi e i modulatori RF analogici. Misura solo 170x112x34 mm e può essere installato anche sui mezzi mobile grazie anche all’alimentazione a 12Vcc.

TELE System TS9018HEVC

Prezzo: su richiesta

Il TS9018HEVC è gemello dell’ODE718HEVC di Fuba dal momento che il brand tedesco è ormai da anni di proprietà di TELE System. Ripropone quindi le stesse funzioni e dotazioni come il tuner S2 HEVC con supporto DiSEqC 1.0/1.2, USALS, SCR e dCSS per il collegamento a sistemi di distribuzione monocavo ed alla stessa parabola di Sky (se dotata di LNB SCR/dCSS), ordinamento LCN Easy HD, EPG tivùsat fino a 3 giorni, sleep timer, Mediaplayer compatibile con chiavette e hard disk USB FAT32/NTFS, Parental Control avanzato per menu e programmi (con filtro in base all’età selezionata). Tra le funzioni esclusive segnaliamo la modifica dei parametri della frequenza “home” di tivùsat e il backup/restore della lista canali che permette agli installatori di configurare il decoder in pochi secondi. Altra chicca è il player Webradio che consente di ascoltare alcune emittenti radiofoniche in streaming come Rai Radio, RTL, RTL Best, RTL ItalianStyle, Virgin Radio Rock Alternative, Hard Rock, Rock Antenne, NRJ e diverse altre pur senza la possibilità di modifiche e aggiunte, almeno con l’attuale versione firmware.

Le dimensioni contenute (solo 145x32x109 mm) e l’alimentazione a 12Vcc lo rendono la soluzione perfetta per le installazioni “travel” su camper e imbarcazioni mentre l’uscita Scart assicura la retrocompatibilità con qualsiasi monitor, Tv e videoproiettore non HD.

XORO HRS 8830

Prezzo: 125,00 euro

Lo Xoro HRS 8830, prodotto dalla tedesca MAS Elektronik AG e distribuito in Italia da Mediasat, si presenta con un design elegante e originale, impreziosito dal pannello frontale inclinato che ospita il display a led bianchi (numero canale e orologio in standby), il pannello frontale con 3 tasti ed il led di stato. Può memorizzare fino a 4000 canali satellitari MPEG-2, MPEG-4 e HEVC Main 10, supporta gli LNB e gli switch DiSEqC, SCR e dCSS, le funzioni EPG, Parental Control e Timer, la ricerca automatica e manuale dei canali (con ordinamento LCN tivùsat Easy HD), le liste preferite per facilitare l’accesso ai canali più visti. Ci sono anche il lettore multimediale USB per video, foto e audio (MPEG-2, MPEG-4, H.264, H.265, JPEG, BMP, MP3), la possibilità di aggiornare il firmware sempre tramite chiavetta e hard disk in alternativa alla procedura OTA (via satellite). Il telecomando in dotazione è programmabile con una semplice procedura descritta nel manuale d’uso così da permettere di controllare anche il Tv senza bisogno di impugnare il suo telecomando originale (solo volume, accensione e ingresso AV). L’uscita minijack posteriore è utile per il collegamento ai vecchi televisori attraverso l’adattatore Scart fornito in dotazione. Misura 200x32x135 mm e si alimenta a 12Vcc e 220Vca con l’adattatore di serie.

Decoder certificati HD

ADB i-CAN 3900S/4000S

Prezzo: Euro 149.00 (indicativo)

I tivùbox HD interattivi i-CAN 3900S e 4000S sono sul mercato ormai da diversi anni e non supportano le tecnologie più recenti come l’HEVC, il dCSS e il Nagravision Merlin. Sono però una scelta ancora valida per chi guarda al presente (e non al futuro) e sta cercando un box interattivo completo ed affidabile spendendo il meno possibile. Supportano gli impianti DiSEqC e SCR ma non quelli motorizzati, hanno la ricerca automatica che permette di aggiornare o reinstallare la lista canali, il motore interattivo MHP 1.1.3 per gli applicativi OTTV tivùon! e i servizi VOD come RaiPlay, Mediaset Play, Rivedi La7 e Infinity. Troviamo anche la funzione Timeshift (Pause TV) limitata a 30 minuti ed anche il Mediaplayer che riproduce i contenuti video HD sia da USB che quelli condivisi in rete (DLNA e Samba – Home Sharing). Il modulo CAS integrato è associato al doppio lettore smart card frontale e compatibile con i sistemi di accesso Nagravision Tiger e Conax.

Il nostro consiglio è quello di puntare sul modello 4000S che offre in più il modulo Wi-Fi 802.11 b/g/n, veloce e con una eccellente copertura, ma soprattutto il PVR con avvio manuale o automatico (timer). Purtroppo non è versatile come quello di altri tivùbox dal momento che registra solo i canali in chiaro, non permette di esportare le registrazioni e richiede una chiavetta da almeno 32 GB ad uso esclusivo del decoder.

DiProgress DPS101TV

Prezzo: Euro 149.00 (indicativo)

Il DPS101TV è uno dei tivùbox HD più avanzati attualmente in circolazione anche se il suo debutto sul mercato risale al 2018. Il merito è dei continui aggiornamenti a cui è stato sottoposto, l’ultimo dei quali (1.0.1) ha permesso di aggiornare il CAS Nagravision per una maggior protezione, efficienza e compatibilità.

Ha tutto quello che serve per sintonizzare, vedere e registrare i canali SD/HD tivùsat (con ordinamento LCN Easy HD) ma anche quelli free-to-air, accedere ai servizi interattivi su piattaforma MHP tivùon! come RaiPlay, Mediaset Play e altri.

Supporta anche i codec MPEG-4 e HEVC, gli impianti satellitari con DiSEqC 1.0, DiSEqC 1.2, SCR e dCSS, offre due slot per altrettante smart card (tivùsat e altra di tipo Nagravision), un pratico display a led frontale ed il mediaplayer via USB. La stessa porta, in versione 2.0, supporta anche l’aggiornamento firmware in alternativa alle modalità OTA (satellite) e IP (internet). Sul retro si trovano le tre uscite audio e video (HDMI, Scart e S/PDIF ottica) mentre il telecomando in dotazione è di tipo universale e programmabile (decoder e Tv). Da segnalare anche la doppia alimentazione 12Vcc/220Vca e la funzione di standby “profondo” che riduce al minimo i consumi energetici senza bisogno di staccare la spina e rischiare di perdere eventuali aggiornamenti firmware e canali automatici.

FUBA ODE715/716 HEVC

Prezzo: Euro 159.00 (indicativo)

I Fuba ODE715/716 replicano le stesse funzioni dei “cugini” TELE System TS9015/9016 in virtù della condivisione della piattaforma hardware e software. Troviamo pertanto il tuner DVB-S2 HEVC retrocompatibile MPEG-2 e MPEG-4, l’ordinamento canali LCN Easy HD, il supporto dCSS in aggiunta ai collaudati SCR e DiSEqC, il PVR con Timeshift con le solite limitazioni (come le registrazioni non esportabili e visibili solo con il decoder che le ha effettuate), il Mediaplayer via USB, la procedura di aggiornamento firmware via OTA e USB.

Il modello ODE716 integra anche il modulo Wi-Fi per collegare il decoder a internet senza bisogno del cavo Ethernet e assicurare la piena interattività con i servizi tivùon! (RaiPlay e altri) sulla vecchia piattaforma MHP. Completano la dotazione la doppia EPG (standard e tivùsat), il CAS Nagravision tivùsat e “standard” con doppio slot smart card per la decodifica dei canali SD/HD di tivùsat e altri operatori, il telecomando 2in1 con funzione Learning e il display frontale a led (numero canale e orologio), l’aggiornamento firmware via OTA, USB e IP, le uscite AV Scart, HDMI e S/PDIF (ottica), la doppia alimentazione 12Vcc/220Vca per l’utilizzo in casa e su mezzi mobili (camper, caravan, barche, ecc.).

HUMAX TIVUMAX HD-EASY-PRO

Prezzo: Euro 129,00-149,00 (indicativo)

Emme Esse

I decoder Tivumax in versione HD, EASY oppure PRO assicurano prestazioni eccellenti e soddisfano le necessità di coloro che cercano un tivùbox HD veloce e affidabile. Dal loro debutto sono stati costantemente aggiornati introducendo nuove funzionalità come il dCSS.

Il PVR impone qualche piccolo limite (HDD riservato) ma consente comunque di esportare liberamente le registrazioni. Si apprezzano, in particolare, la certificazione tivùon! il mediaplayer USB/LAN (DLNA), la predisposizione Wi-Fi con dongle USB dedicato, il menu dettagliato e ben organizzato, le due porte USB, la doppia alimentazione e il CAS Nagravision “dual-mode” (tivùsat e altre pay-tv). Da segnalare anche il Portale TV con decine di app (YouTube, Twitter, Flickr, Wiki TV, ecc.) e l’ottimo telecomando multifunzione programmabile (4in1 – decoder, TV, DVD e Audio – solo modelli HD/Pro) con diverse utili scorciatoie. Uniche “pecche” sono l’assenza di un display a LED frontale (sostituito da un semplice LED bicolore) e l’impossibilità di cambiare canale quando è in corso una registrazione. I tre modelli condividono lo stesso design e si differenziano per il tipo di telecomando (“standard” per l’Easy, multifunzione programmabile per i modelli Pro e HD), la dotazione di accessori (i modelli Easy e HD includono il cavo HDMI nella confezione) e il canale distributivo (consumer per Easy/HD, professionale per il Pro in esclusiva da Emme Esse – cod. 80990HD).

Metronic Andromeda 3.1 HEVC

Prezzo: Euro 160.00 (indicativo)

Andromeda 3.1 è il top di gamma tivùsat della francese Metronic, un box interattivo HD aggiornato alle ultime tecnologie e con diversi plus interessanti. Supporta già le trasmissioni HEVC (oltre naturalmente le attuali MPEG-2 e MPEG-4) e gli impianti satellitari dCSS (anche DiSEqC e SCR). Permette di accedere ai servizi tivùon! connessi (RaiPlay e altri) ma solo su piattaforma MHP 1.1.3 e non HbbTV. Non mancano nemmeno le funzioni PVR come la registrazione dei programmi radiotelevisivi ed il Timeshift (automatico e manuale), comodi e pratici anche se con alcune limitazioni di sicurezza già viste in altri modelli come il supporto USB dedicato e la visione attraverso lo stesso decoder che ha effettuato la registrazione (no export, editing e archiviazione).

La porta USB viene utilizzata anche dal mediaplayer (video, foto e musica) e per l’aggiornamento firmware disponibile sul sito web Metronic. Grazie alle funzioni di aggiornamento automatiche di canali e firmware obbligatorie su tutti i decoder certificati tivùsat, Andromeda 3.1 può rinnovare la lista canali e scaricare i nuovi firmware anche via satellite, in modo silenzioso ed anche durante le ore notturne. Il telecomando 2in1 (decoder + Tv) è programmabile con la lista codici riportata nel manuale d’uso oppure con una rapida procedura di clonazione.

TELE System TS9015HEVC/TS9016HEVC

Prezzo: Euro 159.00 (indicativo)

Il TS9016HEVC rappresenta la terza generazione dei tivùbox firmati TELE System, non ancora compatibili con le trasmissioni 4K (solo SD e HD) ma con pieno supporto degli standard HEVC e dCSS.

Mette a disposizione il PVR (anche se con qualche limitazione imposta da tivùsat), il mediaplayer HEVC funzionante solo via USB, la procedura di aggiornamento firmware via OTA e USB, il Wi-Fi monobanda e l’eccellente telecomando 2in1 con funzione di apprendimento.

La grafica e le voci del menu OSD sono tra i migliori in circolazione per la qualità e la raffinatezza degli elementi grafici ma soprattutto per la completezza e l’organizzazione dei sottomenu. La guida EPG è disponibile sia nel formato DVB “standard” (Now&Next e giornaliera) sia in quello proprietario di tivùsat. Il doppio slot card dialoga con il CAS interno compatibile Nagravision Tiger (per tivùsat) e con la versione standard adottata da alcune pay-tv straniere.

La piattaforma interattiva MHP 1.1.3 abbinata alle certificazioni HD e tivùon! consentono di accedere a tutti i contenuti OTTV, VOD ed alle app disponibili sulle frequenze di tivùsat. Chi non fosse interessato al Wi-Fi può acquistare il modello “quasi gemello” TS9015HEVC risparmiando una decina di euro.

TELE System TS9020HD

Prezzo: Euro 100,00 (indicativo)

Il TS9020HD è il capostipite degli “SmartBox” di TELE System, dispositivi progettati per la visione dei canali HD gratuiti ed a pagamento, l’accesso ai servizi VOD “pay” e a decine di applicazioni che spaziano dalla musica ai video, dalle news al meteo, dai motori ai social network.

Il tuner DVB-S2 MPEG-2/4 (no HEVC) è doppio, ovvero dotato di due ingressi indipendenti anche se non configurabili singolarmente. Questo significa che i settaggi effettuati sul primo (es.: Mono Feed 13° est o Dual Feed 13+19) vengono automaticamente replicati sul secondo. Grazie al doppio tuner è possibile registrare fino a due programmi in contemporanea anche se trasmessi da canali di transponder differenti e guardarne un terzo su un canale che si trova sullo stesso transponder dei due in registrazione (anche con Timeshift). Il PVR è soggetto ad alcune regole di sicurezza (abbinamento ed inizializzazione HDD, impossibilità di esportare le registrazioni) ma è pratico, funzionale ed affidabile. Da evidenziare anche il Mediaplayer USB/DLNA, il Wi-Fi integrato, la triplice EPG (DVB Now&Next, DVB giornaliera e tivùsat), la piattaforma MHP 1.1.3, l’aggiornamento firmware via satellite (OTA), Internet (OTN) e USB, la modalità di risparmio energetico “intelligente”, la lista canali con anteprima video ed i sottomenu Recenti con la cronologia di utilizzo (canali Tv, file multimediali, App, ricerche, voci setup, ecc.).

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php