<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1126676760698405&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home Le migliori serie TV drammatiche: "Breaking bad"

Le migliori serie TV drammatiche: “Breaking bad”

Anno di inizio: 2008
Stagioni: 5
Dove si può vedere: Chili, Microsoft Store, Netflix

Tra le migliori serie televisive di sempre e tra le più viste su Netflix, “Breaking Bad” ruota intorno alle vicissitudini di Walter White, un professore di chimica cinquantenne di Albuquerque, in Nuovo Messico, costretto dalla pesante situazione familiare (un figlio disabile e la moglie in attesa della secondogenita) a impiegarsi anche come addetto di un autolavaggio.

Angariato dal titolare e deriso da amici e familiari (in particolare il cognato Hank, agente della Dea, l’agenzia federale antidroga), Walter decide di alzare la testa quando gli viene diagnosticato un cancro ai polmoni.

Dall’incontro casuale con Jesse, un suo ex studente diventato spacciatore, gli viene l’idea di mettere a frutto le conoscenze in ambito chimico per mettere a punto una metanfetamina – droga fra le più subdole, che crea dipendenza, con effetti a lungo termine – in elevata purezza. Inizia così questa sua nuova “carriera” nell’ambito degli stupefacenti, che sembra un paradossale riscatto rispetto alla sua vita precedente, ordinaria e priva di soddisfazioni.

Girata in pellicola, formato 35 mm, “Breaking Bad”, ideata da Vince Gilligan è costata per ognuno dei 62 episodi circa tre milioni di dollari. Per timore che fra i milioni di telespettatori potessero seguire le orme del protagonista della serie, la Dea chiese a Gilliam e al suo team di autori di non fornire indicazioni dettagliate sul procedimento per produrre la meth.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php