<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1126676760698405&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home Le migliori serie TV drammatiche: "Downtown Abbey"

Le migliori serie TV drammatiche: “Downtown Abbey”

Anno di inizio: 2010
Stagioni: 6
Dove si può vedere: Prime Video 

La serie anglo-americana in costume, ambientata in una località immaginaria dello Yorkshire tra il 1912, anno del naufragio del Titanic, e il 1926, segue le vicende di una famiglia aristocratica, i Crawley, e della sua servitù. Un parente nobile, erede di buona parte del patrimonio, è perito nella tragedia.

Nell’asse ereditario subentra così il giovane Matthew, un cugino di terzo grado che esercita la professione di avvocato a Manchester. La prospettiva fa inorridire la contessa madre, poiché si tratta appunto di una persona che lavora, emancipata dai costumi degli aristocratici, abituati a vivere esclusivamente di rendita.

A fare da contrappunto al canovaccio principale, ci sono le storie parallele dei numerosi domestici che vivono insieme alla famiglia Crawley. Tra i camei, quello di Shirley McLaine in due episodi della terza stagione. E il figlio di Mattew, il piccolo Lord George Crawley, è interpretato da due bambini diversi, tra loro gemelli.

L’autore e sceneggiatore Julian Fellowes ha dichiarato di essersi ispirato, per la costruzione della trama e la struttura del racconto, a serie TV americane come “E.R.” e “Thirtysomething”.

A distanza di qualche anno, nel 2019 è uscito il film “Downtown Abbey”, diretto da Michael Engler, che si configura come l’ideale sequel dei 52 episodi della serie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php