<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1126676760698405&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home TV Philips svela usi e abitudini degli italiani con i televisori

Philips svela usi e abitudini degli italiani con i televisori

A quasi ottant’anni dalla presentazione del suo primo televisore (1938), Philips traccia il profilo dei nuovi modelli e delle abitudini d’uso. I risultati di una ricerca commissionata dalla multinazionale. 

Era il 1938 quando dopo i primi test, Philips presentava al pubblico a Utrecht un enorme successo: la sua prima TV. Tutti incollati a quel primo apparecchio che trasmetteva in bianco e nero e su un piccolo schermo. Quattro manopole e poco più, ma una vera rivoluzione che entrava nelle case dei consumatori. Un oggetto che puntava al “realismo dell’immagine e del suono”, come prometteva una vecchia pubblicità Philips dei primi anni ’60.

Una lunga strada

Sono passati più di 80 anni da allora il TV ne ha fatta di strada: il suo schermo è diventato piatto, ultrasottile e di tutti i formati. Smart, connesso, intelligente: un vero e proprio centro di controllo della nostra casa come anche un oggetto che offre prestazioni innovative sì, ma che è anche bello da guardare divenendo un vero e proprio elemento di design dei nostri appartamenti. Lo sa bene Philips TV & Sound soprattutto in quest’anno che sarà importante per i nostri televisori: nel 2021 ci saranno il tanto atteso switch-off, i grandi eventi sportivi internazionali e nuove e immancabili serie TV che ci terranno incollati al “piccolo schermo” insieme a nuovi entusiasmanti videogame tutti da provare!

In Europa sono gli italiani a detenere il primato del numero di TV a casa: sulla base dei dati della nuova ricerca commissionata da Philips TV & Sound (ricerca online condotta da TP Vision a settembre e ottobre 2020), riguardo alle abitudini degli europei nella fruizione del TV, gli italiani posseggono in media 2,5 TV per famiglia, seguiti dagli spagnoli (2,2), dagli olandesi (1,9), dai tedeschi e dai polacchi (1,8).  Gli europei intervistati passano in media circa 3,5 ore al giorno davanti allo schermo, primato detenuto dai telespettatori spagnoli che in questo sono i più attivi (in media 219 minuti al giorno), seguiti dai tedeschi (in media 209 minuti al giorno), dagli italiani (in media 208 minuti al giorno), dai francesi (206 minuti al giorno) e dagli olandesi (186 minuti al giorno).

La televisione resta la principale fonte di informazione

Gli italiani usano la TV principalmente per informarsi su ciò che accade nel mondo e per l’intrattenimento (rispettivamente per il 79,8% e il 78,6% del campione intervistato) seguita dai siti di informazione e blog (20,3% del campione intervistato) e dai social media (12,9% del campione intervistato). Una tendenza più elevata negli adulti e anziani (dal 35% tra i 18 e i 29 anni, si alza sino al 64% tra i 60 e i 75 anni) e meno marcata nei giovani sotto i 30 anni, per i quali i social media rappresentano lo strumento principale per restare informati e la tv un modo per intrattenersi, per sentirsi meno soli e come spunto di conversazioni tra amici e conoscenti.

Un po’ tradizionale, un po’ streaming

Il 48,3% degli italiani intervistati guardano principalmente i contenuti offerti dai canali della TV tradizionale, seguiti da quelli streaming come Netflix, Amazon Prime e video on demand (29,9%), percentuale che cresce tra i giovani tra i 18 e i 29 anni. Il 5,7% di questa fascia inoltre usa il tv per ascoltare la musica e il 4,1% per il gaming.  Una curiosità: sono le donne a passare più tempo sui contenuti in streaming e ad ascoltare la musica; mentre gli uomini passano invece guardano principalmente video online, giocano ai videogiochi o guardano dvd.

Il TV batte lo smartphone: circa 8 persone su 10 del campione intervistato in Italia sceglie di guardare i contenuti preferiti in TV piuttosto che sullo smartphone per godere della migliore qualità dell’immagine, del suono e di un’esperienza nel complesso più completa. Una preferenza rilevata in tutte le fasce di età ma che cresce in proporzione con l’età adulta. Sotto i 30 anni, il 23% delle persone ha risposto di non avere preferenze e il 21% di optare per lo smartphone quando può scegliere.

Resta inteso, che l’amato TV è considerato una parte essenziale della nostra vita: la pensano così 6 persone su 10. Per il 51,7% del campione, il momento più frequente per guardare la TV è prima di andare a dormire, momento preferito soprattutto dalle persone con un’età maggiore dei 30 anni (55% vs 35%) mentre per le persone al di sotto è spesso sinonimo di relax, da guardare dopo una giornata intensa (21% vs 11%) e durante il pasto principale (21% vs. 14%).

Qualità, prezzo e design al centro della scelta

A più della metà degli italiani intervistati piace che il TV sia ben visibile nella stanza, diventando parte essenziale della living room per la maggior parte di loro. Un buon TV è spesso associato a una buona qualità d’immagine e suono. Per gli intervistati, il buon rapporto qualità prezzo è la caratteristica più importante nella scelta, seguito da un display sottile e un audio di qualità. Anche uno schermo ad alta risoluzione è relativamente importante: sono principalmente le donne a porre attenzione a un design accattivante e l’uso sostenibile del prodotto.
Tra i 30 e i 39 anni le caratteristiche su cui si pone maggiore attenzione sono le linee del prodotto, le funzionalità all’avanguardia e la compatibilità con altri dispositivi.

Rod White, Chief Designer Philips TV & Sound commenta: “Dacché ce ne ricordiamo, il TV è stato una parte centrale della nostra vita domestica. Si è passati dall’avere uno schermo relativamente piccolo all’interno di un mobile in legno ad un display di dimensioni XL senza cornice. La presenza che ha all’interno di una casa moderna può essere enorme e ci sfida nell’offrire all’utente la migliore esperienza quando è acceso, integrandosi completamente nell’estetica delle nostre case, quando è spento. Nessun dettaglio è superfluo: questo è uno dei principi di progettazione. L’uso innovativo dei materiali è un altro dei nostri principi e ancora una volta si armonizza con le tendenze del living. Utilizziamo per i dettagli dei nostri TV, tessuti Kvadrat e la pelle Muirhead che rendono il prodotto stiloso e contemporaneo, consentendogli di integrarsi facilmente allo stile del soggiorno. Questi dettagli aggiungono un senso di inaspettato piacere e ci aiutano a comunicare la massima qualità”.

La nuova collezione di Philips

Philips

Philips TV & Sound ha di recente presentato la nuova collezione di TV del 2021, ispirata dalle ultime tendenze. La nuova line-up offre la soluzione perfetta per i diversi ambienti e contesti domestici: uno schermo di grande effetto per il salotto, un tv più piccolo da guardare in cucina o un design minimalista ed elegante per la camera da letto. Philips OLED 806/856 – disponibili nei formati 48, 55 e 65 pollici (806) e 55 e 65 pollici (856) – hanno il nuovo software per l’intelligenza artificiale (P5 di 5ª generazione) che porta la qualità d’immagine ad un livello superiore e la soluzione anti-burn-in, che assicura una migliore protezione dello schermo ultrasottile. Non manca l’Ambilight su tutti e quattro i lati per immergersi completamente nel mondo delle trasmissioni TV e dei film preferiti.  Per dare infine un vero tocco di classe, i lati ed il retro del telecomando sono rivestiti con la pelle da fonti responsabili degli specialisti scozzesi Muirhead.

Della nuova collezione fanno parte anche Philips 9636 Premium MiniLED TV e 9506 Premium MiniLED TV (65 e 75 pollici): tecnologia MiniLED e processore (P5 AI di 5ª generazione) per questi due nuovi modelli slim, con un design minimalista e dettagli in metallo che include il sistema di illuminazione Ambilight su quattro lati. Per il 9636, il sistema audio Bowers & Wilkins offre un ulteriore tocco di design: materiali naturali con tessuto Kvadrat acusticamente trasparente ed una griglia a microrete. Philips 8556 Performance Series DLED TV con Ambilight su tre lati per un’esperienza immersiva, offre un perfetto rapporto qualità prezzo e sarà disponibile sia nei formati più piccoli che XXL (70” e 75”).  Un potente processore garantisce la qualità d’immagine, un fantastico sistema audio con una sound box nella parte bassa del TV e funziona con Google Assistant e Alexa.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php