Home Smartlife Prese elettriche Wi-Fi Smart: come sceglierle, quali comprare

Prese elettriche Wi-Fi Smart: come sceglierle, quali comprare

Le prese Wi-Fi Smart non servono solo ad accendere e spegnere lampade, ventilatori ed elettrodomestici, con lo smartphone e la voce, ma li “automatizzano” e ne misurano i consumi energetici. Scopriamo come sono fatte, quali funzioni offrono, come sceglierle e quali comprare.

Le prese Wi-Fi Smart, insieme alle lampadine RGB “smart” di cui ci siamo occupati in questo articolo, rappresentano una delle colonne portanti della domotica fai-da-te.

Molto simili, per forma e dimensioni, alle vecchie prese timer di tipo meccanico (a cavalieri) o elettronico (LCD), permettono di automatizzare qualsiasi apparecchiatura elettrica funzionante a 220 volt, dalla lampada a piantana del salotto alla abat jour da comodino, dal ventilatore agli elettrodomestici della cucina.

Per il loro costo abbordabile (si parte da meno di 10 euro) e la facilità di installazione (praticamente plug&play), rappresentano la soluzione perfetta per domotizzare qualsiasi apparecchio elettrico vecchio e nuovo sprovvisto di “funzioni smart” e comandi di accensione e spegnimento temporizzati.

Credit: Teckinhome

Basta uno smartphone e una app

Ogni presa utilizza una app per smartphone e tablet, compatibile Android e iOS, per accendere e spegnere l’apparecchio manualmente oppure automaticamente agli orari desiderati (timer) e farlo funzionare per un determinato lasso di tempo (conto alla rovescia – es.: 60 minuti per un ventilatore a piantana).

Il controllo della presa Wi-Fi Smart via app non è limitato al perimetro domestico ma si estende ovunque grazie ai servizi cloud che rendono possibile il controllo da remoto, via Wi-Fi o rete mobile 2G/3G/4G/5G, in qualsiasi parte del pianeta dove sia disponibile una connessione internet.

Credit: Meross

Quasi tutte le app offrono funzioni aggiuntive come l’accensione e lo spegnimento sincronizzati con gli orari di alba e tramonto della propria città (ad esempio per le luci esterne di casa), eventualmente regolabili per adattarsi a qualsiasi necessità.

La app può comandare più prese Wi-Fi Smart ed altri dispositivi domotici (luci, interruttori, misuratori, ecc.) tra quelli supportati dello stesso marchio o di brand differenti, tramite i pulsanti virtuali sul touchscreen o con la voce se compatibile con gli assistenti vocali Google, Alexa e Siri.

Credit: Meross

Credit: TP-Link

Scenari e routine per un controllo domotico totale

Quasi tutte le app permettono anche di gestire la presa Wi-Fi Smart all’interno di scenari e routine, integrate o esterne, come “azione” conseguente ad un determinato evento o richiesta.

Ad esempio, è possibile creare uno scenario che faccia accendere la piantana dell’ingresso quando il sensore a raggi infrarossi o il contatto magnetico (entrambi Smart) rilevano la presenza umana o l’apertura della porta di casa.

La routine può anche essere generata da un comando vocale come “Alexa, mi sono svegliato” che fa alzare le tapparelle (domotizzate) e accendere la macchina del caffè collegata alla presa Wi-Fi Smart oppure come “Alexa, sono tornato a casa” che accende le luci o gli elettrodomestici collegati anch’essi alla presa Wi-Fi Smart.

Alcune app supportano anche IFTTT, il servizio web gratuito che consente la creazione di “catene di condizioni” chiamate applet che riguardano non solo l’ambito domotico ma anche le applicazioni e i servizi in cloud, le funzionalità dello smartphone e molto altro, sia come “evento scatenante” (IFT – IF This) che come “azione conseguente” (TT – Than That).

Come è facile intuire, se la app abbinata alla presa Wi-Fi Smart supporta IFTTT e gli assistenti vocali Google e Alexa, le possibilità di integrazione in scenari, routine e servizi che coinvolgono i dispositivi domotici (non solo quelli supportati dalla singola app) e molto altro sono praticamente illimitate e consentono di rendere la casa più sicura, confortevole ma anche “risparmiosa” come vedremo tra poco.

Niente Hub, solo Plug&Play

Le prese Wi-Fi Smart di cui ci occupiamo in questo articolo si collegano direttamente alla rete Wi-Fi di casa (di solito quella in banda 2,4 GHz) e non richiedono dispositivi aggiuntivi come hub e gateway.

Se nella stanza o nel corridoio dove andrà posizionata la presa il segnale Wi-Fi è debole o fluttuante, probabilmente sarà necessario amplificarlo con gli appositi Repeater/Extender Wi-Fi.

Misurazione e analisi dei consumi energetici

Alcune prese Wi-Fi Smart possono anche misurare i consumi energetici dell’apparecchio elettrico collegato e quantificarne i costi in bolletta.

Credit: Meross

Si tratta di una funzione utile in questi tempi di “caro bollette” per risparmiare qualche euro ma anche per utilizzare l’energia in modo più efficiente a vantaggio dell’ambiente.

Attraverso la app è possibile visualizzare il consumo energetico istantaneo e l’andamento storico dei consumi (ultima settimana, ultimo mese, anno, ecc.) per analisi statistiche e comparazioni.

Modalità Assenza e altre funzioni extra

Alcune app consentono di simulare la presenza di persone in casa anche quando sono al lavoro, a scuola o in vacanza, accendendo e spegnendo le luci collegate alla presa Wi-Fi Smart in modo automatico e totalmente casuale.

Tra le altre funzioni extra segnaliamo l’attivazione “consequenziale” (la presa Wi-Fi Smart si accende quando viene attivato un altro dispositivo domotico – switch, lampadina, termometro, rilevatore di presenza IR, ecc. – già configurato nella stessa app) e la condivisione della presa Wi-Fi Smart con amici e familiari. In questo basta scaricare la app, creare un nuovo account e condividere la gestione del dispositivo (on/off) con un semplice click.

Come scegliere la presa Wi-Fi Smart

Per scegliere la presa Wi-Fi Smart più adatta alle vostre singole esigenze è fondamentale tenere conto di alcuni elementi importanti:

Forma e dimensioni – Anche se molte prese Wi-Fi Smart sono compatte e sottili, la forma e le dimensioni potrebbero creare problemi se vengono inserite in prese a muro o ciabatte insieme ad altri adattatori vicini (es.: caricabatteria cellulare, alimentatore decoder, ecc.). Se avete problemi di spazio, prima di acquistarle dove misurare sia lo spazio a disposizione sia gli ingombri della presa (larghezza, altezza e profondità).

Credit: Zemnem

Standard della spina integrata – Quasi tutte le prese Wi-Fi Smart hanno la spina integrata di tipo S30 o S31, ovvero la classica “Schuko”, per ragioni di sicurezza, resistenza e ingombro (le prese Schuko sono quasi sempre incassate). Alcune prese Wi-Fi Smart utilizzano invece il “Tipo Litaliano, ovvero la tradizionale spina di tipo S11 (stretta per carichi fino a 10A) o S17 (larga – 16A). È bene tenerne conto in fase di acquisto per evitare di utilizzare adattatori Schuko/L (o viceversa) che, oltre a rendere le prese Wi-Fi smart più ingombranti, rendono il collegamento precario, antiestetico e a rischio danneggiamento lungo i corridoi di passaggio.

Credit: Aunics

Potenza elettrica supportata – La presa Wi-Fi Smart va scelta anche in base ai consumi energetici dell’apparecchio collegato. Alcuni modelli supportano al massimo un carico da 10 A (2300 watt), altri arrivano a 16 A (3680 watt). Considerato che i dati dichiarati non sono sempre veritieri, vi consigliamo di acquistare una presa da 16 A a meno che l’apparecchio collegato abbia consumi energetici molto bassi (es.: lampadina o ventilatore da 50-100 watt massimi).

Resistenza a polvere, umidità e pioggia – La maggior parte delle prese Wi-Fi Smart sono adatte per l’installazione in casa perché temono sia la pioggia che la semplice umidità. Se avete bisogno di una presa Wi-Fi Smart per esterni (balconi, giardini, ecc.) dovete scegliere solo quei modelli con guscio impermeabile, tappi di protezione e certificazione IP44 (o superiore) come questa e questa.

Credit: Osram

Ciabatte Wi-Fi Smart per collegare più apparecchi

Se avete bisogno di comandare due o più apparecchi e avete a disposizione poche prese a muro, ad esempio in cucina dietro agli elettrodomestici, la soluzione ideale sono le ciabiatte multipresa Wi-Fi Smart come questa.

Credit: Taococo

Di norma le ciabatte smart permettono il controllo indipendente di ogni singola presa (on/off, timer, scenari, ecc.) ma è bene verificarlo al momento dell’acquisto.

In alcuni modelli sono presenti anche due o più prese USB, utili per caricare cellulari o alimentare piccoli apparecchi via USB (decoder, dongle HDMI, ecc.), anch’esse controllabili da app e voce (per i modelli che supportano Alexa, Google e altri assistenti vocali).

Quale presa Wi-Fi Smart acquistare?

Su Amazon, eBay e in altri store e-commerce e negozi fisici si possono trovare centinaia di prese e ciabatte Wi-Fi Smart di varie dimensioni, forme e tipologie.

Per aiutarvi a scegliere il modello più adatto alle vostre esigenze abbiamo analizzato decine di modelli e selezionato sei prese e ciabatte Wi-Fi Smart con caratteristiche, funzionalità e dotazioni interessanti come la misurazione dei consumi e la resistenza a pioggia e umidità.

Beghelli Smart Schuko

  • Prezzo indicativo: 18,80 euro
  • Tipo spina: Schuko
  • Potenza massima supportata: 16 A (3680 watt)
  • Controlli vocali: Alexa e Google
  • Funzioni extra: Misurazione consumi
  • Dimensioni: 52×52×86 mm

Presa smart Schuko di dimensioni compatte, controllabile da app Dome-E con comandi manuali (tasto touchscreen), timer o eventi in abbinamento ad altri prodotti Beghelli della gamma Dom-E. È dotata di protezione da sovraccarichi, pulsante on/off e led di stato. Può misurare i consumi istantanei dell’apparecchio collegato e visualizzare lo storico.

Meross MSS310

  • Prezzo indicativo: 17,99 euro
  • Tipo spina: Schuko
  • Potenza massima supportata: 16A (3680 watt)
  • Controlli vocali: Alexa e Google
  • Funzioni extra: Misurazione consumi, compatibile SmartThings
  • Dimensioni: 67×67×67 mm

Presa smart con ingresso e uscita Schuko, tasto on/off e spia di stato integrati. Si comanda dalla app Meross con varie funzioni (timer, countdown, scenari, ecc.) e si interfaccia alle piattaforme Google, Alexa e SmartThings per la creazione di routine anche complesse attivabili con comandi vocali. Include la funzione di misurazione dei consumi energetici (istantanei e storico). Il manuale d’uso è scaricabile qui.

TP-Link Tapo P110

  • Prezzo indicativo: 19,90 euro
  • Tipo spina: Schuko
  • Potenza massima supportata: 16A (3680 watt)
  • Controlli vocali: Alexa e Google
  • Funzioni extra: Monitoraggio consumi, modalità Assenza, compatibile WPA3
  • Dimensioni: 51×72×0 mm

La presa smart P110 di Tapo, marchio “domotico” di TP-Link, trasforma qualsiasi apparecchio elettrico in un dispositivo smart, controllabile dalla app Tapo in locale (anche senza internet) e da remoto (2G/3G/4G/5G/Wi-Fi), con la voce (Alexa e Google) e in automatico con timer e scenari. Supporta l’analisi in tempo reale dei consumi elettrici (anche storico giornaliero, settimanale, annuale, ecc.) e mette a disposizione la modalità Assenza che simula la presenza di persone in casa tramite l’accensione e lo spegnimento casuale di luci, Tv, radio e altri elettrodomestici. È compatibile con la cifratura Wi-Fi WPA3. Il manuale d’uso si trova qui.

Ezviz T31

  • Prezzo indicativo: 24,90 euro
  • Tipo spina: Schuko
  • Potenza massima supportata: 16A (3680 watt)
  • Controlli vocali: Alexa e Google
  • Funzioni extra: Monitoraggio consumi, spie led dimmerabili (modalità notte)
  • Dimensioni: 54,7×100,5×38 mm

Lo smart plug T31 di EZVIZ permette la gestione manuale e automatica di qualsiasi apparecchio elettrico fino a 3600 watt di potenza. Si comanda con la app EZVIZ, la voce (Alexa e Google) e supporta varie funzionalità da app e scenari (on/off istantaneo, programmato, conto alla rovescia, consequenziale, ecc.). Misura i consumi energetici dei dispositivi collegati e invia i report dettagliati alla app EZVIZ. Da segnalare anche il doppio tasto fisico (on/off manuali e Wi-Fi) e le spie led dimmerabili per l’utilizzo notturno in camera da letto.

Flysocks smart dual plug outdoor

  • Prezzo indicativo: 37,99 euro
  • Tipo spina: Schuko
  • Potenza massima supportata: 10A per ogni presa (2300 watt)
  • Controlli vocali: Alexa, Google e Siri
  • Funzioni extra: Doppia presa Schuko a controllo indipendente, impermeabile per esterni (IP44), compatibile HomeKit
  • Dimensioni: 54,7×100,5×38 mm

Doppia presa smart con controllo indipendente o simultaneo tramite app eHomelife (on/off manuali, timer, ecc.). È la soluzione ideale per giardini, terrazzi, cortili ed altri ambienti esterni per via del guscio impermeabilizzato che non teme umidità, schizzi o spruzzi d’acqua (protezione IP44). È compatibile con la piattaforma Apple HomeKit (app Casa) e supporta i comandi vocali Google, Alexa e Siri.

Meross MSS425FEU

  • Prezzo indicativo: 45,99 euro
  • Tipo spina: Schuko (cavo da 1,8 m)
  • Potenza massima supportata: 10A per ogni presa (2300 watt)
  • Controlli vocali: Alexa, Google e Siri
  • Funzioni extra: Quattro prese Schuko a controllo indipendente, 4 porte USB a controllo simultaneo, compatibile HomeKit e SmartThings
  • Dimensioni: 334×64×40 mm

Ciabatta Wi-Fi Smart con 4 prese Schuko (massimo 10 A-2200 W per ogni presa) e altrettante porte USB per la ricarica di smartphone e tablet (massimo 2,4 A per singola porta e 4 A totali). Ogni singola presa Schuko è controllabile da app (Meross App – on/off, timer, alba/tramonto, countdown, scenari) e comandi vocali (Alexa, Google, Siri) mentre le USB possono essere gestite allo stesso modo ma solo in gruppo. Supporta le piattaforme HomeKit (Apple) e SmartThings (Samsung). È dotata di asole per il fissaggio a muro.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php