Home Smartlife Smart speaker Echo & Nest: quale scegliere?

Smart speaker Echo & Nest: quale scegliere?

Gli smart speaker sono dei “maggiordomi digitali interattivi” sempre pronti a esaudire le nostre richieste come ascoltare la musica, la radio o i podcast preferiti, comandare luci e prese “smart”. Abbiamo messo a confronto tutti i modelli della gamma Echo (Amazon) e Nest (Google) evidenziando pregi e difetti, sia nelle dotazioni che nella qualità audio.

Gli smart speaker, termine che definisce gli altoparlanti Wi-Fi con assistente vocale Alexa o Google integrato, sono ormai diventati dei veri e propri maggiordomi digitali interattivi.

Hanno prezzi abbordabili, sono facili da utilizzare e richiedono solo una connessione internet e una rete Wi-Fi.

Vengono utilizzati per comandare i dispositivi domotici “smart” (lampadine, prese, condizionatori, videocitofoni, cronotermostati, ecc.), ascoltare la musica on demand, le radio e i podcast, conoscere le previsioni meteo, effettuare chiamate (anche locali – interfono) e ottenere tante informazioni utili e curiose.

La differenza principale tra i modelli economici e quelli costosi risiede nella qualità audio: si va da altoparlanti miniaturizzati con suono monofonico e potenze di pochi watt a sistemi multi-speaker (tweeter, midrange, woofer, subwoofer) mono oppure stereo da decine o centinaia di watt, capaci anche di eguagliare le prestazioni dei sistemi Hi-Fi.

Altra differenza è nel numero e nella qualità dei microfoni. Gli smart speaker economici hanno pochi microfoni (2-3) che non riescono sempre a captare le voci a grande distanza. Quelli di fascia media e alta ne hanno molti di più (fino a 8-9) con tecnologie avanzate (es.: Beamforming) per isolare i rumori e concentrare l’ascolto nella direzione dell’utente che sta generando il comando vocale.

Altri elementi da considerare prima dell’acquisto sono:

  • la presenza di ingressi e uscite audio analogiche mini-jack e digitali S/PDIF, necessari per utilizzare gli smart speaker come altoparlanti attivi oppure per trasmettere il contenuto audio a cuffie e sistemi Hi-Fi con il tradizionale cavo schermato;
  • la connettività Bluetooth in ingresso e/o uscita per utilizzarli come speaker BT oppure ascoltare la musica e le radio online con una cuffia BT;
  • l’orologio integrato che trasforma lo smart speaker in una comoda radiosveglia per la cucina o la camera da letto;
  • la possibilità di accoppiare due o più smart speaker per l’ascolto stereofonico o multi-room;
  • la presenza dell’hub Zigbee, di solito integrato nei soli modelli di fascia medio-alta, che evita di acquistare controller (gateway) esterni per gestire i dispositivi domotici compatibili con questa tecnologia.

Le funzioni multimediali e quelle relative agli assistenti vocali sono invece spesso identiche per tutti i modelli in quanto dipendono dal server dell’assistente vocale che si trova sul cloud e non dall’elettronica oppure dal software dello smart speaker.

C’è però una differenza sostanziale tra gli smart speaker di Google (gamma Nest) e quelli di Amazon (Echo): mentre i Nest possono essere gestiti e configurati esclusivamente dalla app Google Home e le funzionalità vocali interattive sono già integrate, gli Echo utilizzano anche il portale web di Alexa e richiedono l’attivazione delle skill, particolari abilità basate su comandi vocali simili alle app degli smartphone. Si installano gratuitamente via internet e app (Alexa per iOS e Android) utilizzando un account Amazon.

In questa guida all’acquisto ci occuperemo solo dei modelli Amazon e Google, tralasciando volutamente le centinaia di modelli di altri marchi che integrano questi assistenti vocali.

Analizzeremo ogni singolo modello della gamma Echo e Nest attualmente in vendita, evidenziando le caratteristiche principali, i punti di forza, i limiti e quali funzioni possono svolgere al meglio (musica, comandi domotici, chiamate vocali, ecc.). I modelli che abbiamo preso in considerazione sono Amazon Echo Flex, Amazon Echo Dot (Gen 3 e 4), Amazon Echo, Amazon Echo Studio, Google Nest Mini, Google Nest Audio.

Amazon Echo Flex

  • Prezzo: 14,99 euro
  • Altoparlanti: 1 da 15 mm
  • Microfoni: 2
  • Ingresso audio: no
  • Uscita audio: mini-jack 3,5 mm
  • Audio Dolby: no
  • Wi-Fi: 5 (802.11 b/g/n/ac Dual Band 2,4+5 GHz)
  • Funzioni extra: porta USB per ricarica cellulare e accessori opzionali
  • Accessori opzionali: sensore movimento, luce notturna RGB, orologio intelligente
  • Utilizzo consigliato: comandi domotici, chiamate, rilevatore di presenze, orologio/sveglia/timer da bagno/cucina
  • Dimensioni: 72x67x73 mm

Più che uno smart speaker, l’Echo Flex è un dispositivo per il controllo vocale degli smart device su brevi distanze (solo 2 microfoni).

Il suo piccolo altoparlante (15 mm) permette di ascoltare le risposte di Alexa o la voce di un interlocutore (chiamata o interfono) ma non è assolutamente adatto per la musica.

È possibile però collegare una cuffia o uno speaker amplificato all’uscita mini-jack oppure speaker e cuffie wireless grazie al Bluetooth bidirezionale (profili A2DP e AVRCP).

La spina di alimentazione integrata permette di fissarlo e alimentarlo direttamente da una presa a muro in bagni, cucine, corridoi e camere da letto.

È predisposto per il collegamento di accessori aggiuntivi come il sensore di movimento PIR (con notifiche di movimento via app Alexa), la luce notturna multicolore per il corridoio o la camera dei bambini, e l’orologio a led con funzioni timer e sveglia.

Tutti questi accessori si alimentano direttamente dalla presa USB-A, utilizzabile anche per ricaricare il cellulare.

Amazon Echo Dot (Gen 3)

  • Prezzo: 29,99 euro
  • Altoparlanti: 1 da 41 mm
  • Microfoni: 4
  • Ingresso audio: no
  • Uscita audio: mini-jack 3,5 mm
  • Audio Dolby: no
  • Wi-Fi: 5 (802.11 b/g/n/ac Dual Band 2,4+5 GHz)
  • Funzioni extra: no
  • Accessori opzionali: no
  • Utilizzo consigliato: comandi domotici, chiamate, musica e radio
  • Dimensioni: 43x99x99 mm

L’Echo Dot di terza generazione rappresenta il giusto compromesso tra dimensioni, qualità audio e prezzo. Un’ottima soluzione per chi vuole scoprire il mondo di Alexa spendendo il meno possibile.

Il singolo altoparlante da 41 mm sfrutta bene le riflessioni interne per generare un suono monofonico di buona qualità, con acuti cristallini e bassi corposi.

Sono presenti anche l’uscita audio mini-jack e il Bluetooth bidirezionale con profili A2DP e AVRCP.

Sul pannello superiore si trovano i 4 microfoni e il pannello comandi per volume, attivazione manuale di Alexa e microfono on/off.

Essendo ormai stato rimpiazzato dal Dot di quarta generazione (vedi scheda seguente), sarà in vendita ancora per poco tempo nei colori antracite/nero e malva/bianco.

Amazon Echo Dot (Gen 4)

  • Prezzo: 39,99 euro
  • Altoparlanti: 1 da 41 mm
  • Microfoni: 4
  • Ingresso audio: no
  • Uscita audio: mini-jack 3,5 mm
  • Audio Dolby: no
  • Wi-Fi: 5 (802.11 b/g/n/ac Dual Band 2,4+5 GHz)
  • Funzioni extra: orologio/sveglia/timer (69,99 euro)
  • Accessori opzionali: no
  • Utilizzo consigliato: comandi domotici, chiamate, musica, radio (radiosveglia/orologio/timer solo con modello con orologio led)
  • Dimensioni: 100x100x89 mm

L’Echo Dot di quarta generazione si presenta con la nuova forma a cupola che ha permesso di riprogettare l’acustica interna a tutto vantaggio della qualità audio.

Lo speaker è sempre singolo da 41 mm ma l’emissione è frontale, con acuti più brillanti e bassi più profondi rispetto al modello precedente.

Supporta l’audio HD senza perdita di qualità (lossless), disponibile con i servizi di musica in streaming compatibili come Amazon Music HD.

I comandi sono sempre posizionati in alto direttamente sul rivestimento in tessuto mentre l’anello luminoso di Alexa si trova alla base.

Tutte le altre dotazioni come l’uscita audio mini-jack, il Wi-Fi 5 e il Bluetooth bidirezionale derivano strettamente dal Dot di terza generazione.

L’Echo Dot di quarta generazione è disponibile anche nella versione con orologio a led integrato, una feature presente in passato anche sul Dot 3, per utilizzarlo come timer e radiosveglia in cucina o camera da letto. Il display mostra anche la temperatura della propria località (esterna presa dal web, non interna della stanza).

È disponibile nei colori bianco ghiaccio, ceruleo e, per la versione senza orologio, anche antracite.

Amazon Echo

  • Prezzo: 99,99 euro
  • Altoparlanti: 1 woofer da 76 mm e 2 tweeter da 20 mm
  • Microfoni: 6 (con Beamforming)
  • Ingresso audio: mini-jack 3,5 mm
  • Uscita audio: mini-jack 3,5 mm
  • Audio Dolby: sì
  • Wi-Fi: 5 (802.11 b/g/n/ac Dual Band 2,4+5 GHz)
  • Funzioni extra: hub Zigbee, sensore di temperatura
  • Accessori opzionali: no
  • Utilizzo consigliato: comandi domotici, chiamate, radio e musica Hi-Fi
  • Dimensioni: 144x144x133 mm

Lo smart speaker Echo di quarta generazione assicura una qualità audio Hi-Fi grazie al woofer da 76 mm con magnete al neodimio e ai 2 tweeter da 20 mm posizionati frontalmente per dirigere il suono con la massima precisione.

Echo è addirittura capace di rilevare automaticamente l’acustica della stanza e riconfigurare i suoi parametri audio per ottimizzare la riproduzione.

Supporta l’audio HD lossless (es.: Amazon Music HD) e la modalità multi-room, integra la tecnologia Dolby Audio per un suono ancora più avvolgente e mette a disposizione una presa audio analogica mini-jack da 3,5 mm configurabile dalla app Alexa come ingresso oppure uscita.

Al suo interno troviamo anche 6 microfoni con tecnologia Beamforming e il processore AZ1 Neural Edge per captare la voce anche in ambienti molto grandi ed elaborare più velocemente i comandi inviati ad Alexa.

Echo semplifica la gestione dei dispositivi domotici grazie alla presenza dell’hub Zigbee e del sensore di temperatura, per creare scenari complessi e conoscere la temperatura della stanza senza bisogno di controller e sensori aggiuntivi.

Amazon Echo Studio

  • Prezzo: 199,99 euro
  • Altoparlanti: 1 woofer da 133 mm, 2 midrange da 51 mm, 1 tweeter da 25 mm
  • Microfoni: 7 (con Beamforming)
  • Ingresso audio: mini-jack 3,5 mm + mini ottico
  • Uscita audio: no
  • Audio Dolby: Dolby Atmos
  • Wi-Fi: 5 (802.11 b/g/n/ac Dual Band 2,4+5 GHz)
  • Funzioni extra: hub Zigbee
  • Accessori opzionali: no
  • Utilizzo consigliato: comandi domotici, chiamate, radio, musica Hi-Fi, speaker per Tv
  • Dimensioni: 206×175 mm

L’Echo Studio è uno smart speaker espressamente studiato per l’ascolto stereofonico della musica in alta qualità grazie alla configurazione a tre vie con 1 tweeter da 25 mm, 2 midrange da 51 mm e 1 woofer da 133 mm con sistema Bass Reflex che amplifica i toni bassi. La potenza totale dichiarata è di ben 330 watt.

Le tecnologie Dolby Atmos e Sony 360 Reality Audio aggiungono ulteriore spazialità ad un suono che, grazie alla qualità e al corretto posizionamento degli altoparlanti, si espande a 360° regalando emozioni e profondità alla musica e alle colonne sonore di film e serie Tv.

Supporta anche i formati Dolby Digital, Dolby Digital Plus, FLAC, MP3, AAC e molti altri, anche in versione lossless HD (24 bit), e si può facilmente interfacciare alle Fire TV Stick.

Può essere abbinato ad altri Echo Studio per l’ascolto stereofonico o multi-room oppure all’Echo Sub per un suono ancora più ricco e potente.

Dal modello Echo eredita gran parte delle altre funzioni e dotazioni come i microfoni (7 invece di 6) con tecnologia Beamforming, l’auto-rilevamento dell’acustica della stanza per ottimizzare la riproduzione audio e l’hub Zigbee integrato.

La presa AUX funziona solo come ingresso e supporta sia i segnali analogici (mini-jack 3,5 mm a 3 pin) sia quelli digitali (mini Toslink) provenienti da Tv, lettori DVD/Blu-ray, decoder, giradischi, ecc.

 

Google Nest Mini

  • Prezzo: 59,00 euro
  • Altoparlanti: 1 da 40 mm
  • Microfoni: 3
  • Ingresso audio: no
  • Uscita audio: no
  • Audio Dolby: no
  • Wi-Fi: 5 (802.11 b/g/n/ac Dual Band 2,4+5 GHz)
  • Funzioni extra: Chromecast
  • Accessori opzionali: no
  • Utilizzo consigliato: comandi domotici, chiamate, radio, musica
  • Dimensioni: 98×42 mm

Il Mini è lo smart speaker entry level della gamma Google Nest, ideale per esplorare l’universo multimediale e interattivo di Big G con una spesa contenuta. È disponibile nei colori grigio chiaro e antracite.

Lo speaker da 40 mm è posizionato verso l’alto con guide sonore per diffondere il suono a 360°. Anche se non si tratta di “alta fedeltà”, la risposta audio è ampia e precisa. È anche possibile abbinare due Nest Mini per l’ascolto stereofonico.

Sulla parte frontale sono presenti i 4 led RGB dinamici di notifica, 3 microfoni a lungo raggio con tecnologia Voice Match per riconoscere il singolo utente e i controlli a sfioramento capacitivo. Il microfono può essere disattivato (modalità privacy) con l’interruttore laterale.

L’hardware adotta un processore ARM Quad-core a 64 bit da 1,4 GHz mentre la connettività si basa sui moduli Wi-Fi 5 e Bluetooth 5.0.

È sprovvisto di ingressi/uscite audio analogiche/digitali (solo Bluetooth bidirezionale) e può essere installato anche a parete grazie all’occhiello dedicato.

Google Nest Audio

  • Prezzo: 99,99 euro
  • Altoparlanti: 1 woofer da 75 mm, 1 tweeter da 19 mm
  • Microfoni: 3
  • Ingresso audio: no
  • Uscita audio: no
  • Audio Dolby: no
  • Wi-Fi: 5 (802.11 b/g/n/ac Dual Band 2,4+5 GHz)
  • Funzioni extra: Chromecast
  • Accessori opzionali: no
  • Utilizzo consigliato: comandi domotici, chiamate, radio, musica Hi-Fi
  • Dimensioni: 124x175x78 mm

Nest Audio è uno smart speaker adatto anche all’ascolto della musica grazie al sistema a 2 vie composto da un woofer da 75 mm e da un tweeter da 19 mm, entrambi con emissione frontale.

Anche in questo caso è possibile abbinare due unità identiche per ottenere un suono stereofonico.

Il processore è sempre Quad-core (A53) ma più potente (1,8 GHz) per gestire più rapidamente i comandi vocali.

Ritroviamo i 4 led RGB di notifica, i comandi touch (3 aree tattili), 3 microfoni a lungo raggio con Voice Match e l’interruttore meccanico per disattivare il microfono.

La connettività wireless è sempre Wi-Fi 5 (con Chromecast integrato) e Bluetooth 5.0.

Anche il Nest Audio è sprovvisto di ingressi e uscite audio analogiche: per ascoltare la musica in streaming dallo smartphone al Nest oppure dal Nest a una cuffia è necessario utilizzare il Bluetooth.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php