<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1126676760698405&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home TV Satellite Tivùsat: addio alle tessere “azzurre”, tutta Mediaset in HD

Tivùsat: addio alle tessere “azzurre”, tutta Mediaset in HD

L’estate di tivùsat si apre con due importanti novità: dal 6 luglio le vecchie tessere di colore azzurro verranno progressivamente disattivate mentre dal 17 luglio tutti i 15 canali Mediaset saranno visibili in HD. Avete un vecchio decoder tivùsat e volete sostituirlo per continuare a vedere tutti i canali in alta definizione e con una qualità superiore al DTT? Ecco cosa dovete sapere.

Dopo aver completato negli scorsi giorni lo spostamento delle frequenze del digitale terrestre dalla “vecchia” banda UHF (700 MHz, ora in uso al 5G di TIM, Vodafone e Iliad) a quella “nuova” (474-690 MHz – canali 21…48), tocca ora a tivùsat procedere con il suo switch-off.

Già da diversi mesi, la piattaforma satellitare italiana sta affrontando un profondo rinnovamento che non riguarda le frequenze (più che abbondanti sul satellite) ma gli standard di trasmissione.

Da sempre la missione di tivùsat è quella di proporre il meglio dell’offerta televisiva in lingua italiana già presente sul DTT ma con una qualità audio e video superiore grazie allo standard DVB di seconda generazione (che sul digitale terrestre arriverà solo a gennaio 2023) e alla progressiva migrazione di tutti i canali più importanti dall’SD all’HD.

Per svolgere al meglio questo compito è indispensabile rinnovare il parco decoder, sostituendo i vecchi “tivùbox” a definizione standard con quelli di nuova generazione che, oltre all’HD e al 4K, possono già supportare i futuri “step” evolutivi della piattaforma come il codec HEVC.

Stop alle tessere “azzurre” dal 6 luglio

Per affrontare al meglio questa transizione e accelerare il processo di sostituzione dei vecchi decoder e delle vecchie CAM utilizzate nei televisori con sintonizzatore DVB-S/S2, tivùsat ha optato per una soluzioneradicale” ma diluita nel tempo.

A partire dal 6 luglio, tutte le smart card tivùsat di colore azzurro distribuite dal 2009 insieme ai decoder certificati e alle SmarCAM tivùsat saranno disattivate.

Smart card tivùsat di colore azzurro
Smart card tivùsat di colore azzurro (prima generazione) che verranno disattivate a partire dal 6 luglio 2022

Ricordiamo che i decoder e le CAM abbinati alle tessere azzurre supportano unicamente i vecchi standard DVB-S, MPEG-2 e le trasmissioni a definizione standard che sono ormai destinate a scomparire entro i prossimi mesi.

Per continuare a vedere i canali di tivùsat, sarà quindi necessario acquistare un nuovo decoder tivùsat HD o 4K con inclusa la nuova smart card color avio o multicolore oppure la CAM tivùsat 4K con la smart card nera in bundle.

Decoder HD di nuova generazione con tessera tivùsat HD color avio

CAM e tessera tivùsat 4K Telesystem
CAM e tessera tivùsat 4K Telesystem

È bene sapere che alcuni canali SD di tivùsat, come Rai 1, Rai 2, Rai 3, Camera dei Deputati, Senato TV, QVC Italia, BBC World News e Bloomberg TV Europe continueranno a trasmettere in chiaro ancora per qualche mese. Per vederli non sarà quindi necessario né cambiare il vostro vecchio decoder tivùsat SD né utilizzare la smart card.

Per garantire ai suoi clienti tutto il tempo necessario per riflettere sulle possibili alternative (acquisto del nuovo decoder tivùsat HD/4K, acquisto della CAM 4K da inserire in un Tv di nuova generazione, migrazione al digitale terrestre o allo streaming), tivùsat ha scelto di “spalmareil processo di disattivazione delle vecchie tessere azzurre in un arco temporale di 18 mesi.

Questo significa che le primissime tessere distribuite nel 2009 verranno disattivate già nelle prossime settimane (o mesi) mentre quelle degli anni successivi verranno spente tra il 2022 e il 2023. Entro la fine del 2023, tutte le smart card azzurre non saranno più funzionanti.

Perché “rottamare” le tessere azzurre è una scelta giusta

La decisione di tivùsat era già nell’aria da parecchi mesi (se non anni) tenuto conto dell’andamento dell’offerta televisiva e della progressiva migrazione verso standard più efficienti, iniziata molti anni fa e tuttora in corso.

Per ragioni di ottimizzazione di banda, anche il satellite ha affrontato il passaggio dal vecchio e inefficiente codec MPEG-2 al più recente ed efficiente MPEG-4 molto tempo prima del digitale terrestre.

Parecchi canali di tivùsat come Rai 3 TGR (tutte le regioni), Super!, K2, Frisbee, Cartoonito, Boing, TOPcrime, Focus, Cine 34, TGCOM24, Mediaset Extra, Mediaset Italia 2, Iris e La5, pur trasmettendo a definizione standard hanno scelto di utilizzare il codec MPEG-4 per offrire una migliore qualità video nonostante il formato SD (prossimamente HD – vedi sotto).

Rai3 TGR tivùsat
Tutti i TGR di Rai 3 sono visibili contemporaneamente su tivùsat indipendentemente dalla regione di residenza

Tutti questi canali e molti altri sono “spariti” dai decoder tivùsat SD già da parecchio tempo. Era logico, quindi, attendersi uno switch-off che, se da una parte semplifica la gestione delle smart card da parte di tivùsat, dall’altra permette di rafforzare la sicurezza della piattaforma impedendo l’accesso non autorizzato tramite il “cardsharing”.

Niente switch-off per le tessere “gold”

Le smart card tivùsat di colore oro abbinate ai decoder certificati HD e alle SmartCAM tivùsat HD continueranno a funzionare regolarmente almeno fino al 2024 perché perfettamente idonee a decodificare tutti i canali tivùsat che trasmettono in SD MPEG-4 e HD MPEG-4.

SmartCAM tivùsat HD con tessera di colore oro

Stesso discorso per le smart card più recenti come quella color avio distribuita con i decoder tivùsat HD di ultima generazione, quella multicolore abbinata ai decoder tivùsat 4K e quella nera che invece è inclusa con la CAM tivùsat 4K.

Smart card tivùsat avio
Smart card tivùsat HD di nuova generazione

Smart card tivùsat 4K multicolore
Smart card tivùsat 4K inclusa nei decoder tivùsat 4K

Smart card tivùsat 4K nera
Smart card tivùsat 4K nera inclusa nella CAM tivùsat 4K

Tutte queste tessere, CAM e decoder supportano la versione “Merlin” del sistema di accesso condizionato Nagravision, decisamente più evoluta e sicura della vecchia “Tiger” utilizzata nelle smart card azzurro e oro, nelle SmarCAM tivùsat HD e nei decoder tivùsat HD di vecchia generazione.

Ricordiamo che le smart card oro e avio, le SmarCAM tivùsat HD e i decoder HD (vecchia e nuova generazione) non sono compatibili con i canali di tivùsat in formato 4K come Rai 4K, MyZen4K, Museum, TravelXP 4K HDR, Nasa TV UHD, Fashion TV UHD e Eutelsat 4K1.

Tutti i canali tivùsat visibili in formato 4K

Per vedere non solo i canali 4K ma anche tutti gli altri (SD, HD, MPEG-2, MPEG-4, ecc.) è necessario procurarsi un decoder tivùsat 4K, compatibile con qualsiasi Tv dotato di ingresso HDMI, oppure la CAM tivùsat 4K che richiede invece un televisore con slot CI+ possibilmente “certificato” (bollini tivùsat Ultra HD 4K, LaTivù o LaTivù4K).

Bollini tivùsat con specifiche tecniche supportate

Se state cambiando televisore per via dello switch-off del digitale terrestre, vi consigliamo di scegliere un modello con bollino LaTivù4K per via delle sue caratteristiche e compatibilità avanzate e la predisposizione ai futuri standard (HEVC, HEVC Main 10, ECP, ecc.)

Tv certificato tivùsat con bollino LaTivù4K
Televisore DVB-T2/S2 HEVC Main 10 con bollino LaTivù4K

Nuovi canali Mediaset in HD dal 17 luglio

Mediaset è uno dei soci fondatori di tivùsat (insieme alla Rai) e si è sempre distinto per la spinta tecnologica che ha saputo imprimere a questa piattaforma. Non solo in termini di “numero di contenuti” ma soprattutto di qualità video e audio.

È stato uno dei primi broadcaster a trasmettere i suoi canali in HD su tivùsat (2018), addirittura in esclusiva per quanto riguarda Rete 4 e Mediaset 20, e quello più attivo negli ultimi mesi nel processo di switch-off delle versioni SD dei suoi tre canali generalisti (Rete 4, Italia 1 e Canale 5 sono infatti disponibili solo in HD).

Dal 17 luglio, ai cinque canali Mediaset già visibili in HD se ne aggiungeranno altri dieci: Iris, La5, Cine34, Focus, Top Crime, Boing, Cartoonito, Tgcom24, Mediaset Extra e Italia2.

Per tivùsat si tratterà dell’ennesima esclusiva concessa dal “biscione” perché tutti questi canali sono attualmente visibili anche sul digitale terrestre ma solamente in SD MPEG-4.

Solo su tivùsat sarà quindi possibile vedere film, serie Tv, telefilm, documentari, cartoni animati e notiziari con la miglior qualità video (e audio) possibile, così da sfruttare (anche se non totalmente) le potenzialità dei moderni Tv 4K con i loro schermi da 8 milioni di pixel.

Con l’arrivo di questi nuovi dieci canali Mediaset in HD, l’offerta televisiva di tivùsat in alta definizione raggiungerà quota 77 canali e comprenderà la totalità dei bouquet generalisti e tematici dei due colossi della Tv italiana, ovvero Rai (14 canali compreso Rai 4K) e Mediaset (15 canali), senza contare gli altri “big” come Warner Bros. Discovery (7 canali).

Elenco dei canali HD di tivùsat aggiornato al 3 luglio

Mentre il DTT dovrà ancora pazientare fino al 2023 (DVB-T2 HEVC Main 10) per avere la banda necessaria a trasmettere in HD, tivùsat può già contare ora su un’offerta molto più completa e variegata, non solo in lingua italiana ma anche in inglese e francese, con una qualità video superiore a quella dell’attuale DTT ed una ricezione “a pioggia” su tutta l’Europa, cioè senza zone d’ombra.

Parabola, decoder o CAM: ecco come sceglierli

Per ricevere tivùsat non servono attrezzature costose né complicate: basta una parabola da 60 cm (meglio 80 cm), un LNB universale, SCR o dCSS, e un decoder certificato.

Kit Telesystem TE80 con parabola da 80 cm e LNB universale

Se il vostro televisore è già dotato di sintonizzatore satellitare HD o 4K (DVB-S2 MPEG-4/HEVC), potete fare a meno del decoder e acquistare la CAM tivùsat 4K o HD come quelle che abbiamo illustrato in questo articolo.

CAM tivùsat 4K inserita in un TV LG

Se invece avete già un vecchio decoder tivùsat SD con la tessera azzurra e preferite sostituirlo con uno HD o 4K, vi consigliamo di dare un’occhiata a questi modelli.

Decoder tivùsat HD WWIO Unico Pro Grey
Decoder tivùsat HD WWIO Unico Pro Grey

Decoder tivùsat HD Xoro HRS8830
Decoder tivùsat HD Xoro HRS8830

Il catalogo comprende ben 26 modelli HD e uno 4K a partire da 100 euro, tutti certificati e 100% compatibili con i canali e i servizi interattivi di tivùsat, con la smart card già inclusa da attivare tramite internet oppure con la app Tivù la guida (Android/iOS).

Decoder tivùsat HD Telesystem TS9018HD
Decoder tivùsat HD Telesystem TS9018HD

Decoder tivùsat HD Hitachi H-S2000
Decoder tivùsat HD Hitachi H-S2000

Sia i televisori che i decoder certificati da tivùsat e inseriti in questo elenco possono beneficiare dei Bonus ministeriali così da ottenere uno sconto del 20% fino a 100 euro con rottamazione (solo Tv) e/o uno sconto di 30 euro se il vostro ISEE familiare non supera i 20 mila euro (Tv e decoder).

11 COMMENTI

  1. Perché “rottamare” le tessere azzurre è una scelta giusta. ?????
    Senza garantire una sostituzione a “prezzi di costo” della scheda è una scelta CONTRO gli utenti e per niente “fair”.
    Mi spiego
    – dieci anni fa si è acquistato un decoder “bollinato” tivusat con la scheda azzura (prima spesa)
    – poi si è passati all’HD e quindi è stato necessario acquistare un nuovo decoder
    – per non spendere nuovamente cifre intorno ai 130€ (nuovo decoder bollinato con scheda inclusa) diversi utenti (compreso me) ne hanno preso uno “compatibile” HD per 60€ ed hanno continuato ad usare la tessera azzura;
    – tutto ha funzionato perfettamente fino alla disattivazione delle schede azzurre (SENZA SOSTITUZIONE)
    – adesso non rimane che acquistare nuovamente un decoder Tivusat “bollinato”..
    Non vi sembra un favore ai costruttori di decoder aderenti a Tivusat a discapito dei consumatori??
    Ripeto sarebbe bastata una sostituzione delle card a prezzi costo.
    Permettetemi una battuta. Il camaleonte è proprio il testimonial giusto per Tivusat, cambiare le carte in tavola per il consumatore è la loro specialità…
    Cordiali saluti
    Nando

    • Ma non ti hanno specificato che i canali in visione sono gratuiti???
      Tt pare che oltre alle ore di pubblicità, e non da ultimo per qualche rete anche il canone,
      non ci provino a spillarci qualche centinaio di euro ???? ogni 4/5 anni?
      NO COMMENT !!!!!

  2. Io non capisco perché bloccare la mia tessera. Forse non tutti possono permettersi una spesa extra. Io vivo in germania e vivo con i programmi italiani non poterli piu vedere mi devasta, ho subito provveduto a prenderne un’altra di tessera. Considerate che sono disocuppata e non era una spesa che mi potevo permettere.

  3. Ho una card blu e un decoder tv sat in HD comprato tutto insieme e fino a pochi giorni fa vedevo tutti i canali in HD, adesso devo cambiare il decoder già in HD per acquistarne uno in HD perchè la card blu viene disabilitata siete veramente ridicoli e probabilmente è un modo per spillare soldi.
    Se ho un conto in banca e scade il bancomat me lo sostituiscono senza dover fare un nuovo conto.
    Perciò è troppo semplice sostituire le card e probabilmente non riempie le casse di denaro.

    • Se hai decoder HD non dovresti cambiarlo e forse nemmeno la tessera blù verrà disattivata se acquistata con quel decoder; soltanto quelle vendute congiuntamente ad un decoder DVB-S MPEG 2 (SD) lo saranno, è una precisazione apparsa anche nel sito Tivùsat.

  4. certo la sostituzione della card senza spendere sarebbe la cosa piu’ logicavisto che chi come me non puo’vedere il digitale terrestre.

  5. Che serietà è questa?
    Una vera porcheria, adesso tolgo la parabola e metto la classica antenna. Già su tivusat non si vedevano tutti i canali in chiaro del Digitale terrestre (esempio Deejay TV) e poi esce questa bella novità che bisogna acquistare una nuova scheda. Che schifo. Spero che Tvsat finisca come le tessere azzurre

  6. io voglio vedere i canali della tessera blù come li ho visti finora. NON mene frega niente di 4K e HD. Sono in zona disagiata perchè i GRANDI tecnici non riescono a inviarmi il segnale via terra con i ripetitori e ora io dovrei pagare un secondo canone perchè vogliono fare i grandeur. Ma andassero a morire amazzati.

    • Un secondo canone? Ma quando mai, tivùsat non ha abbonamento e HD e 4K sono la naturale evoluzione tecnologica in materia di trasmissioni (nel mondo c’è chi sta sperimentando già le trasmissioni in 8K). Cambiare una tessera per avere maggiori prestazioni e sicurezza e adeguamento alle nuove tecnologie non mi sembra un atteggiamento da grandeur…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php