Home TV Tv per la cucina: come scegliere il modello migliore

Tv per la cucina: come scegliere il modello migliore

Volete cambiare il Tv della cucina ma non sapete orientarvi tra le decine di marchi e modelli in vendita? Ecco qualche consiglio utile su caratteristiche, dotazioni e funzionalità dei televisori da 19 a 24 pollici, adatti anche in cameretta come monitor per PC, notebook e console.

LEGGI ANCHE LA NOSTRA GUIDA ALLA SCELTA TRA DIECI TV PER CUCINA

Nonostante il televisore della cucina sia molto utilizzato e apprezzato, a colazione, pranzo, cena e durante la preparazione dei cibi, le possibilità di scelta sono piuttosto limitate.

Molti produttori di televisori hanno ormai abbandonato i tagli più piccoli come i 19” e i 22” a favore di quelli più grandi come i 24” e i 32” creando non pochi problemi a chi deve rottamare il vecchio Tv perché non è più compatibile con il nuovo digitale terrestre.

In alcune cucine è possibile sostituire il vecchio 19 o 22 pollici con quello nuovo da 22 o 24 pollici (anche a parete), grazie alle cornici sempre più slim che permettono di risparmiare qualche centimetro in larghezza.

In altre non è invece possibile perché lo spazio sul piano di lavoro è risicato e occupato da frullatori, macchine per il caffè, forni microonde e così via.

Schermo Full HD o HD Ready?

La quasi totalità dei Tv da 19 a 24 pollici utilizza schermi HD Ready con risoluzione di 1366×768 pixel, inferiore al Full HD (1920×1080 pixel) ma comunque sufficiente per ottenere immagini di buona qualità se la distanza di visione non è eccessiva e si guardano soprattutto canali a definizione standard.

Ovviamente non troverete tutte quelle “sciccherie tecnologiche” presenti sui Tv da 40 pollici e oltre come la retroilluminazione Full Led, il Local Dimming, l’HDR e così via. Tutto questo è superfluo per uno schermo di piccole dimensioni che viene principalmente utilizzato per vedere il tiggì, un talk-show o una serie Tv quando durante i pasti.

Smart TV oppure no?

Alcuni televisori da 24 pollici sono di tipo “smart”, ovvero permettono di accedere a Netflix, Prime Video, YouTube, DAZN e ai canali IPTV senza bisogno di collegare altri dispositivi.

Credit: Philips

La quantità di app a disposizione e il supporto ai servizi video on demand e IPTV più popolari dipendono dal sistema operativo utilizzato (Saphi per Philips, WebOS per LG, Android per Telesystem e altri) e dalla versione installata.

Di norma gli Smart TV da 24” non hanno le stesse prestazioni di quelli da 32” o 55” ma offrono comunque il necessario per continuare a guardare la partita di calcio su DAZN o la serie Tv su Netflix quando ci si trasferisce dal salotto alla cucina durante il pranzo o la cena.

100% compatibili con il nuovo digitale terrestre e con Sky

Tutti i televisori attualmente in vendita supportano il nuovo digitale terrestre che è appena arrivato (canali Rai e Mediaset in MPEG-4) e che si affermerà definitivamente nel 2022-2023. Questo significa che sono dotati di sintonizzatore DVB-T2 HEVC Main 10 retrocompatibile con gli standard precedenti (DVB-T MPEG-2/MPEG-4) e con tutte le trasmissioni televisive (SD e HD).

Su quasi tutti i modelli è presente anche il sintonizzatore satellitare, talvolta certificato da tivùsat, utile per vedere i canali italiani e stranieri con la parabola quando in cucina è disponibile la presa antenna Sat.

TV Telesystem compatibile tivùsat

Lo slot per inserire un modulo CAM CI+ e vedere i canali criptati è una dotazione standard per tutti i modelli ormai da tanti anni.

Purtroppo non esiste un modulo adatto per vedere Sky via satellite senza utilizzare il decoder esterno mentre sono disponibili le CAM per gli abbonati Sky al digitale terrestre e per i clienti tivùsat.

CAM I-CAM per il digitale terrestre

Mirroring dallo smartphone e assistenti vocali

Quasi tutti gli smart tv supportano la funzione Mirroring, ovvero riproducono i contenuti video (anche audio) trasmessi in streaming da smartphone e tablet per vederli su uno schermo più grande. Anche se comoda, secondo noi se ne può tranquillamente fare a meno sui televisori più piccoli.

Discorso diverso per quei (pochi) modelli che integrano gli assistenti vocali Alexa e Google (negli smart Android TV) e possono gestire con la voce il funzionamento degli apparecchi domotici come luci e prese smart, condizionatori e cronotermostati.

Credit: Toshiba

Se la vostra casa è già domotizzata o siete interessati a questo “upgrade”, un televisore con Alexa o Google Assistant integrati (e non solo supportati) può risultare molto utile e comodo, facendovi risparmiare l’acquisto di uno smart speaker oppure di uno smart display (es.: Echo Dot, Echo Show, Nest Hub, ecc.).

Telecomando semplificato, di serie oppure opzionale

Oltre al telecomando “completo”, spesso scomodo da utilizzare per l’eccessivo numero di tasti e per le loro dimensioni microscopiche, alcuni televisori sono dotati di un telecomando semplificato con pochi tasti di grandi dimensioni (volume, canale, SAT/DTT, menu, on/standby, mute, ecc.) molto comodo per bambini e anziani.

Credit: Telesystem

Se il telecomando in dotazione è solo quello completo, potete sempre acquistare un telecomando semplificato e programmarlo per qualsiasi modello e marca di Tv.

Come risparmiare fino a 60 euro con i Bonus Tv

Se siete costretti a cambiare il vecchio televisore della cucina ormai obsoleto (solo MPEG-2) e non vi dispiace risparmiare qualche decina di euro, potete approfittare degli incentivi economici erogati dal MISE.

Il Bonus Tv Rottamazione è disponibile per tutti i cittadini italiani abbonati al canone Rai che acquistano un nuovo televisore tra quelli presenti in questa lista e rottamano quello vecchio acquistato prima del 22 dicembre 2018. Questo bonus non è soggetto a limiti di reddito e consiste in uno sconto del 20% sul prezzo del Tv fino ad un massimo di 100 euro. Ad esempio, se il nuovo Tv da 24” costa 249 euro risparmierete 24,90 euro mentre se il prezzo è di 150 euro lo sconto sarà pari a 15 euro.

Il Bonus TV-Decoder consiste invece in uno sconto fisso di 30 euro per l’acquisto di Tv e decoder presenti nella stessa lista, ma solo per le famiglie con ISEE fino a 20 mila euro.

I due bonus sono cumulabili e permettono di ottenere uno sconto complessivo fino a 55-60 euro sul prezzo di vendita del televisore, anche sui modelli in promozione.

Per tutti i dettagli, le domande e le risposte sui bonus vi rimandiamo ai nostri articoli di approfondimento (qui, qui e qui).

La nostra selezione dei migliori Tv da cucina

Orientarsi tra le decine di modelli in vendita nei negozi fisici e online è un compito difficile, soprattutto se non conoscete i termini tecnici, le tecnologie utilizzate e non avete un amico o un familiare che possa aiutarvi.

Dopo una lunga ricerca e analisi, abbiamo selezionato per voi 10 modelli da 19 a 24 pollici  sia HD che Full HD, con o senza smart Tv, che accontenteranno sia gli amanti della tecnologia e della multimedialità sia gli anziani che desiderano un televisore economico e semplice da utilizzare.

LEGGI ANCHE LA NOSTRA GUIDA ALLA SCELTA TRA 10 TV PER CUCINA

 

2 COMMENTI

  1. Articolo datato,ma ben fatto e ottimo per scegliere un modello più vecchiotto da comprare sul mercato dell’usato, anche perchè in cucina oppure la seconda casa non è richiesta tanta modernità.Grazie

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php