Home Smartlife Domotica fai-da-te a meno di 50 euro? Ecco la soluzione

Domotica fai-da-te a meno di 50 euro? Ecco la soluzione

Vi piacerebbe poter controllare luci, prese, tapparelle, cancelli e molto altro dallo smartphone e con la voce ma non volete spendere migliaia di euro per rifare l’impianto elettrico? Basta acquistare uno o più switch, plug e interruttori “smart Wi-Fi”, installarli da voi (o dal vostro elettricista) e godervi il comfort e la sicurezza di una casa domotica a meno di 50 euro.

Una casa domotica con luci, prese ed altri dispositivi automatizzati e comandabili dallo smartphone, dalla voce o da “scenari” personalizzati aumenta non solo il comfort ma anche la sicurezza.

Pensate, ad esempio, a quando state per uscire di casa e dovete controllare se tutte le tapparelle sono abbassate. Oppure quando arrivate nel cortile o nel box e dovete scendere dall’auto, magari sotto la pioggia, per accendere le luci e aprire la serranda.

In entrambi i casi vi basta semplicemente collegare uno o più switch Wi-Fi per accendere, spegnere, aprire e chiudere qualsiasi luce o dispositivo, anche in simultanea, sfiorando il display dello smartphone oppure chiedendolo a Google o Alexa.

Smart Switch Wi-Fi Woox

Senza contare, poi, la comodità di poter accendere e spegnere le luci, regolare il riscaldamento e aprire il cancello stando comodamente seduti sul divano oppure lontano da casa, al lavoro come in vacanza.

Secondo molte ricerche di mercato, sono parecchi milioni gli italiani interessati a domotizzare la propria casa ma solo una minima parte è disposta a spendere migliaia di euro per rivoluzionare l’impianto elettrico e installare nuovi dispositivi.

Eppure, come vi abbiamo già dimostrato con i nostri articoli (qui, qui e qui), è possibile rendere “smart” un appartamento, una villetta o qualsiasi altra soluzione abitativa con poca spesa e la massa resa.

In questo articolo vi spiegheremo come automatizzare luci, prese, cancelli e qualsiasi dispositivo elettrico con una spesa massima di 50-100 euro, anche meno se vi intendete di impianti elettrici e vi piace il fai-da-te. Se così non fosse, potete sempre affidare il lavoro (di poche decine di minuti) al vostro elettricista di fiducia.

Smart Switch Wi-Fi: luci, prese e molto altro ai vostri comandi (anche vocali)

Smart switch Wi-Fi Shelly 2.5

Gli smart switch Wi-Fi sono “interruttori intelligenti” che si alimentano dalla rete elettrica a 220Vca (oppure a 12 o 24 volt in corrente continua) e si collegano direttamente alla rete Wi-Fi di casa per sostituire o affiancare i tradizionali pulsanti, interruttori e deviatori meccanici, per aprire o chiudere un contatto, attivare o disattivare un dispositivo elettrico con alimentazione separata e indipendente da quella dello switch.

Costano pochi euro e permettono di “smartizzare” una ciabatta multi-presa, alzare o abbassare le tapparelle elettriche, aprire una serranda o un cancello elettrico, accendere le luci del giardino, la striscia led della cucina o la piantana del salotto, in casa come da remoto a migliaia di chilometri di distanza, anche tramite Alexa, Google o Siri.

Sono dotati di morsetti per il collegamento dei cavi elettrici in entrata (220Vca, 12Vcc, ecc.) e di quelli in uscita con la stessa tensione di ingresso o con contatto pulito (funzione interruttore o pulsante senza tensione ai capi del morsetto).

Morsetto di uno smart switch Sonoff (Credit: Gearbest)

La tensione presente in uscita può essere utilizzata per accendere luci, ventilatori, elettrodomestici oppure per comandare un motore per tende e tapparelle. Il contatto pulito è invece molto utile per aprire le elettroserrature (ad esempio quella del cancello pedonale collegando lo switch in parallelo al pulsante di apertura del citofono), comandare centraline di cancelli elettrici (contatto apertura con pulsante) e tapparelle (contatto salita/discesa per pulsanti fisici).

Schema di collegamento dello switch Sonoff Basic a lampadine, faretti e strisce led

Schema di collegamento dello switch Shelly 2.5 a motori tende/tapparelle

Schema di collegamento dello switch Shelly 1 V3 con uscita contatto pulito

Occupano pochissimo spazio (i più piccoli come gli Shelly hanno lo stesso diametro di una moneta da 2 euro) e si possono installare direttamente nelle scatole da incasso che ospitano prese, interruttori e cablaggi, in scatole di derivazione esterne, all’interno delle apparecchiature da comandare, ecc.

Switch Shelly 1 inserito nella scatola murata di una presa di corrente

Per configurare e comandare gli smart switch Wi-Fi e gli smart plug che vedremo tra poco è necessario installare sullo smartphone (o tablet) una app dedicata (es.: Ewelink, Meross, Tapo, Tuya, EZVIZ, ecc.).

Il pannello di controllo che appare sulla schermata principale della app permette di attivare e disattivare i singoli dispositivi, verificarne lo stato (es: acceso/spento) e ottenere altre informazioni (temperature, consumi energetici, ecc.).

Pannello di controllo della app Ewelink (Sonoff)

Tutte le app offrono numerose opzioni e funzionalità aggiuntive come le notifiche push (conferma accensione/spegnimento/stato con messaggio istantaneo), i timer e il countdown, l’attivazione temporanea che trasforma l’interruttore in un pulsante con durata regolabile (funzione inching), l’accensione e lo spegnimento delle luci esterne in base agli orari di alba e tramonto della propria città (switch crepuscolare intelligente e adattivo), la condivisione di uno o più dispositivi con amici e parenti (ciascuno con il proprio smartphone e account).

Funzione alba/tramonto nella app Ewelink

Da segnalare inoltre le routine e gli scenari per comandare uno o più dispositivi in sequenza quando si verifica un determinato evento (orario, alba/tramonto, altro dispositivo acceso o spento, ecc.).

Routine e scenari possono essere generati anche con Google Assistant e Alexa utilizzando comandi vocali come “Alexa, mi sono svegliato” che alza le tapparelle elettriche e accende la macchina del caffè oppure “Hey Google, sono tornato a casa” che apre il cancello elettrico, accende le luci del cortile e apre la serranda del box.

Schermate per la creazione di routine nella app Google
Schermate per la creazione di routine nella app Google

Le app permettono di comandare molteplici dispositivi domotici e di sicurezza, non solo smart switch/plug Wi-Fi ma anche telecamere IP, videocitofoni, spioncini digitali e campanelli wireless ma solo se compatibili con specifici modelli e marchi.

Guida all’acquisto

Sonoff Basic R3/RF R3

Il Sonoff R3 è uno switch ultra-economico (si parte da soli 5,90 euro) che permette di comandare qualsiasi apparecchio elettrico alimentato a 220Vac (massimo 2200 watt).

La versione RF R3 integra anche un modulo RF per gestire lo switch non solo con la app e con la voce ma anche con un telecomando RF compatibile con frequenza di lavoro di 433 MHz per condividere l’accensione di una luce o l’apertura di un cancello con altri utenti sprovvisti di smartphone oppure quando ci si trova in auto.

Sonoff Mini R2

Il Mini R2 è il più piccolo smart switch della gamma Sonoff ed è stato concepito per essere inserito direttamente nelle scatole da incasso che ospitano prese, interruttori, cablaggi, ecc. Si può acquistare direttamente dallo Store Itead a soli 9,75 euro oppure su Amazon a 15-20 euro.

Tecnicamente svolge le stesse funzioni del Sonoff Basic R3 (ingresso/uscita 220Vac fino a 2200 watt, interruttore o pulsante, Rest API, ecc.) ma con due contatti aggiuntivi (S1 e S2) per il collegamento degli interruttori, deviatori e invertitori meccanici oppure di relais già presenti nell’impianto elettrico.

Sonoff Dual R3

Il Sonoff Dual R3 costa meno di 14 euro e serve a comandare due diversi dispositivi funzionanti a 220Vac (luci, prese, elettrodomestici, ecc. – max 2200/3500 watt) senza bisogno di acquistare e cablare due smart switch separati.

Progettato per l’installazione nelle scatole da incasso o esterne, offre due morsetti aggiuntivi (S1 e S2) per mantenere il controllo delle apparecchiature collegate (es.: luci) tramite interruttori, pulsanti, deviatori e invertitori meccanici preesistenti. Può essere collegato a motori per tende e tapparelle (funzione interblocco) e controllarne l’apertura e la chiusura totali e parziali (10%, 20%, 50%, ecc.).

In più troviamo la funzione Power Metering per il rilevamento istantaneo e storico della tensione e dei consumi (assorbimento A/W, voltaggio, potenza reattiva e apparente, ecc.) con carico attivo o inattivo.

Sonoff TH10/TH16

Disponibile in due varianti (TH10 e TH16) che si differenziano per la potenza massima supportata (10A o 16A), questo smart switch è stato progettato per attivare e disattivare la sua unica uscita a 220Vac anche in base alla temperatura e all’umidità della stanza. I prezzi partono da soli 13,29 euro.

Basta collegare uno dei sensori opzionali Sonoff (Si7021 o AM2301) alla presa minijack laterale e impostare i valori di temperatura e umidità che attivano lo stato on/off di caldaie, termoconvettori, condizionatori manuali, aspiratori, ventilatori, ecc. Questi switch sono utili anche per monitorare la temperatura e l’umidità di una stanza da remoto (es.: taverna o casa delle vacanze) anche senza collegarli ad un apparecchio.

Sonoff 4CH R3/4CH Pro R3

Il Sonoff 4CH R3 è disponibile in due versioni (base e Pro), con prezzi a partire da 20 euro, per gestire fino a 4 uscite in modo indipendente. Ogni singolo modulo può comandare, ad esempio, 2 motori per tapparelle, 4 prese indipendenti, 4 lampade oppure automatizzare il cancello elettrico carrabile, quello pedonale e la serranda elettrica del box.

Mentre il modello base si alimenta a 220Vca ed offre in uscita la stessa tensione, il Pro supporta anche l’ingresso in corrente continua a tensione variabile (9-23 Vcc) e mette a disposizione 4 uscite su relé (n.c., comune, n.a.) per tutte quelle apparecchiature che richiedono un contatto pulito (es.: centraline apricancello, citofoni, caldaie, ecc.). È presente anche il modulo RF 433 MHz per il controllo delle uscite tramite telecomando a 4 tasti.

Shelly 1 V3

Shelly 1 V3 costa solo 13,80 euro e, grazie alle sue dimensioni (41x36x17 mm), può essere posizionato direttamente nelle cassette murate tipo 503 (quelle degli interruttori/deviatori/prese a 3 moduli) senza bisogno di apportare modifiche all’impianto elettrico esistente.

Supporta la doppia alimentazione in alta o bassa tensione (220Vac o 12Vcc) così da poterlo utilizzare anche per l’automazione di strisce led e sui mezzi mobili come camper, caravan, barche e auto. L’uscita è a contatto pulito (max 16A) per permettere anche il controllo di dispositivi elettrici/elettronici esterni che richiedono un contatto senza tensione. Nel morsetto troviamo il pin SW per il collegamento di interruttori e deviatori esterni per i comandi luce e prese multi-punto.

Il modello Shelly 1L offre in più la possibilità di controllare carichi resistivi (luci e resistenze elettriche), induttivi (luci a led, trasformatori, ventole, motori) e capacitivi (condensatori di avviamento motore, generatori e motori sincroni) anche senza collegamento del filo neutro.

Shelly 2.5

Shelly 2.5 può comandare due uscite in modo indipendente generando la stessa tensione con la quale viene alimentato (no contatto pulito). Ogni singola uscita è abbinata ad un misuratore di potenza, per conoscere i consumi energetici in tempo reale (con cronologia), e può essere monitorata passo-passo grazie alla funzione Roller Shutter che controlla i motori delle tapparelle elettriche non solo in apertura o chiusura totale ma anche parziale.

Il doppio contatto SW1-SW2 permette di interfacciare lo switch a pulsanti, interruttori, deviatori e invertitori esterni per il controllo di luci e prese. Si può acquistare direttamente su Amazon o dallo Shelly Store a partire da 26,28 euro.

 

Smart Plug Wi-Fi: domotica plug&play senza modifiche all’impianto

Presa Smart Wi-Fi Beghelli

Gli Smart Plug Wi-Fi assomigliano molto alle vecchie prese timer ma svolgono molte più funzionalità: permettono infatti di automatizzare qualsiasi apparecchiatura elettrica funzionante a 220 volt, dalla lampada a piantana del salotto alla abat jour da comodino, dal ventilatore agli elettrodomestici della cucina, sempre tramite app o software (smartphone, tablet, PC, ecc.), manualmente o tramite scenari personalizzabili, e con i comandi vocali (Alexa, Google, Siri, ecc.).

Comandi e dispositivi supportati dagli Smart Plug Wi-Fi

Anche in questo caso serve una rete Wi-Fi (2,4 GHz) e il controllo non è limitato al perimetro domestico ma si estende ovunque grazie ai servizi cloud, alle reti Wi-Fi pubbliche e private (hotel, aeroporti, ecc.) e alle reti mobili 2G/3G/4G/5G.

Per il loro costo abbordabile (si parte da meno di 10 euro) e la facilità di installazione (praticamente plug&play), rappresentano la soluzione perfetta per domotizzare qualsiasi apparecchio elettrico vecchio e nuovo sprovvisto di “funzioni smart” e comandi di accensione e spegnimento temporizzati.

Potete infatti accendere e spegnere l’apparecchio manualmente oppure automaticamente agli orari desiderati (timer) oppure insieme ad altri dispositivi (scenari, routine, ecc.), farlo funzionare per un determinato lasso di tempo (conto alla rovescia – es.: 60 minuti per un ventilatore a piantana) oppure solo se si verificano determinate condizioni (alba, tramonto, temperatura, come conseguenza dell’attivazione o della disattivazione di altri dispositivi smart, ecc.)

Funzioni timer e countdown su app Ewelink

Alcune prese Wi-Fi Smart possono anche misurare i consumi energetici (Power Metering) dell’apparecchio elettrico collegato, una funzione davvero utile in questi tempi di “caro bollette” per risparmiare qualche euro ma anche per utilizzare l’energia in modo più efficiente a vantaggio dell’ambiente.

Funzione Power Metering su smart devices e app Meross

Attraverso la app è possibile visualizzare il consumo energetico istantaneo e l’andamento storico dei consumi (ultima settimana, ultimo mese, anno, ecc.) per analisi statistiche e comparazioni. Per ulteriori approfondimenti sulla funzione Power Metering vi invitiamo a leggere questo articolo mentre qui potete scoprire le caratteristiche e le differenze tra i vari smart plug Wi-Fi presenti sul mercato.

Prese elettriche Wi-Fi Smart: come sceglierle, quali comprare

Guida all’acquisto

TP-Link Tapo P110

La presa smart P110 di Tapo (TP-Link) trasforma qualsiasi apparecchio elettrico (max 16A) in un dispositivo smart, controllabile dalla app Tapo in locale (anche senza internet) e da remoto, con la voce (Alexa e Google) e in automatico con timer e scenari.

Costa circa 20 euro, supporta l’analisi in tempo reale dei consumi elettrici (anche storico giornaliero, settimanale, annuale, ecc.) e mette a disposizione la modalità Assenza che simula la presenza di persone in casa tramite l’accensione e lo spegnimento casuale di luci, Tv, radio e altri elettrodomestici. È compatibile con la cifratura Wi-Fi WPA3. Il manuale d’uso si trova qui.

Ezviz T31

Lo smart plug T31 di EZVIZ costa circa 25 euro e permette la gestione manuale e automatica di qualsiasi apparecchio elettrico fino a 3600 watt di potenza.

Si comanda con la app EZVIZ, la voce (Alexa e Google) e supporta varie funzionalità da app e scenari (on/off istantaneo, programmato, conto alla rovescia, consequenziale, ecc.).

Misura i consumi energetici dei dispositivi collegati e invia i report dettagliati alla app EZVIZ. Da segnalare anche il doppio tasto fisico (on/off manuali e Wi-Fi) e le spie led dimmerabili per l’utilizzo notturno in camera da letto.

Meross MSS425FEU

Ciabatta Wi-Fi Smart con 4 prese Schuko (massimo 10A-2200W per ogni presa) e altrettante porte USB per la ricarica di smartphone e tablet (massimo 2,4A per singola porta e 4A totali). Il prezzo si aggira sui 45-50 euro.

Ogni singola presa Schuko è controllabile da app (Meross App – on/off, timer, alba/tramonto, countdown, scenari) e comandi vocali (Alexa, Google, Siri) mentre le USB possono essere gestite allo stesso modo ma solo in gruppo. Supporta le piattaforme HomeKit (Apple) e SmartThings (Samsung). È dotata di asole per il fissaggio a muro.

Altri dispositivi smart “low-cost”

Esistono molti altri dispositivi smart Wi-Fi che permettono di domotizzare luci, prese, ventilatori, condizionatori e Tv spendendo poche decine di euro.

Tra questi vi segnaliamo i pulsanti touch da parete che sostituiscono quelli meccanici pre-esistenti, dotati di led di segnalazione, funzioni programmabili (pulsante, interruttore, deviatore o invertitore) e dotazioni simili a quelle degli smart switch Wi-Fi.

Interruttori smart da parete Sonoff TX
Pulsanti touch smart Wi-Fi da parete Sonoff TX

Molto utili e interessanti sono anche gli Hub IR/RF che si interfacciano allo smartphone e agli assistenti vocali per replicare i segnali infrarossi e/o in radiofrequenza di qualsiasi telecomando.

Hub Broadlink RM PRO

App Broadlink per il controllo dei telecomandi dei dispositivi associati all’hub

Le app abbinate a questi Hub permettono quindi di comandare cancelli elettrici, serrande di box, condizionatori e ventilatori “non smart”, Tv e decoder, sia manualmente che automaticamente tramite gli scenari, utilizzando lo smartphone e i comandi vocali.

Tra gli smart switchspecialistici” segnaliamo invece il Sonoff iFan03 e lo Shelly Dimmer 2.

Sonoff iFan 03

Sonoff iFan03 costa meno di 20 euro e trasforma un vecchio ventilatore, con o senza telecomando e luce integrata, in uno smart fan controllabile da app, telecomando (incluso nel kit) e comandi vocali.

Shelly Dimmer 2

Shelly Dimmer 2 costa 33 euro ed aggiunge ai tradizionali comandi on/off il controllo della luminosità (dimming) di lampade a led (50-200VA – 10-200 watt), incandescenza e alogene (10-220 watt), e di trasformatori ferromagnetici con carichi resistivi o induttivi (50-150VA).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php