<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1126676760698405&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home Smartlife Interruttori e prese smart “retrofit”: come sono fatti, quali scegliere

Interruttori e prese smart “retrofit”: come sono fatti, quali scegliere

Anche le serie civili di BTicino, Vimar, Gewiss e altri brand includono interruttori, pulsanti e prese smart per preservare l’originalità dell’impianto elettrico e aggiornarlo con nuove funzionalità digitali e connesse (Smart Retrofit). Come sono fatti? Cosa permettono di fare? Sono veramente “plug&play” oppure richiedono modifiche all’impianto elettrico? Scopriamolo insieme.

Esistono molteplici soluzioni per domotizzare un appartamento e trasformare i vecchi interruttori e prese in dispositivi intelligenti da comandare con lo smartphone e la voce.

La soluzione più economica utilizza gli smart switch Wi-Fi per installazione fai-da-te (DIY), ovvero piccoli moduli esterni con funzioni di interruttori e pulsanti per automatizzare qualsiasi dispositivo alimentato (es.: 220vca) o che richiede un contatto pulito (on/off senza tensione).

Smart switch “fai-da-te” Shelly 2.5

Quasi tutti gli smart switch Wi-Fi come Sonoff e Shelly consentono di mantenere il controllo con il vecchio pulsante o interruttore elettromeccanico ma, in più, si possono comandare da smartphone (app), hub domotici e comandi vocali (Alexa, Google, Siri, ecc.).

Esistono poi gli Smart Wall Switch (SWS), pannelli touch ad incasso, eleganti e tecnologici, che servono anch’essi ad accendere le luci, alimentare una presa o qualsiasi altro dispositivo elettrico o elettronico (ventilatori, condizionatori, ecc.) sostituendosi direttamente agli interruttori ed ai pulsanti elettromeccanici.

Interruttori smart da parete Sonoff TX
Smart Wall Switch Sonoff TX con pannello a sfioramento retroilluminato

Anche gli “smart plug” esterni, ovvero le prese elettriche domotizzate, sono utili e comode per controllare qualsiasi apparecchio alimentato a 220vca come ventilatori, condizionatori portatili, Tv, ecc. Alcuni modelli includono anche la funzione di misurazione e analisi dei consumi energetici per imparare ad utilizzare gli elettrodomestici in modo intelligente e risparmioso.

Presa smart multifunzione Teckinhome

Tutti questi dispositivi si adattano a qualsiasi ambiente e tipologia di impianto, spesso con poche modifiche ai cablaggi o, addirittura, “plug&play”. Si trovano facilmente su ebay, Amazon, nei negozi di elettronica e fai-da-te, costano poco e funzionano molto bene.

Esiste infine una terza soluzione per domotizzare l’intero appartamento (oppure una sola stanza) mantenendo l’impianto il più originale possibile e senza utilizzare “componenti terzi”.

I principali produttori italiani di dispositivi elettrici per il controllo di luci, clima e sicurezza come BTicino, Vimar e Gewiss hanno infatti inserito nel loro catalogo almeno una gamma di interruttori, deviatori, pulsanti e prese “smart”, spesso “plug&play”, che permettono di aggiornare l’impianto esistente sostituendo solo alcuni moduli e mantenendo i supporti e le placche originarie.

Comandi smart di Vimar

Seppur più costosa rispetto agli smart switch/SWS Wi-Fi, questa soluzione accontenta sia gli elettricisti che non si fidano dei “moduli cinesi” quando devono certificare l’impianto sia gli utenti finali che preferiscono affidarsi ad aziende conosciute e affidabili.

Anche i moduli domotici di BTicino, Vimar, Gewiss e altre aziende, che chiameremo “moduli retrofit”, si possono controllare dallo smartphone oppure dal tablet grazie alla app proprietaria. Inoltre supportano gli assistenti Alexa, Google e Siri per comandare luci, prese e motori con la voce (“Hey Google, accendi la luce del salotto” oppure “Alexa, alza le tapparelle della camera”).

Nuovo interruttore smart al posto del vecchio elettromeccanico

Il punto di forza dei moduli retrofit è la facilità di installazione e collegamento: basta estrarre il vecchio interruttore, pulsante, deviatore o presa dal supporto a muro, scollegarlo dall’impianto, inserire il nuovo modulo domotico, ricollegarlo e, se necessario, aggiungere anche il gateway (vedi sotto).

Credit: Gewiss

In alcuni casi è necessario aggiungere uno o più cavi, ad esempio quello del “neutro” (che serve ad alimentare i moduli retrofit), con un semplice lavoro di infilaggio e collegamento da parte dell’elettricista o di una persona esperta in impianti elettrici.

Grazie ai moduli retrofit è possibile comandare le luci dallo smartphone o con la voce, accenderle e spegnerle agli orari desiderati o come conseguenza di scenari e routine, alzare automaticamente le tapparelle al mattino e abbassarle alla sera, alimentare una presa e misurare i consumi energetici di un qualsiasi dispositivo elettrico ed elettronico (es.: termoventilatore, Tv, frigorifero, ecc.).

Smart plug da incasso BTicino con misurazione dei consumi energetici

Le possibilità di utilizzo sono praticamente infinite e dipendono solo dalla vostra fantasia: grazie a Alexa e Google potrete abbinare ogni modulo retrofit ad altri dispositivi domotici smart, anche di marche diverse (cancello elettrico, comandi per tapparelle, telecamere IP da interno ed esterno, hub IR, valvole termostatiche, cronotermostati, condizionatori e ventilatori smart, ecc.), per farli interagire tra loro e ottenere qualsiasi risultato desiderato.

Tutto sotto controllo grazie al gateway

A differenza degli smart switch/SWS Wi-Fi che, di norma, si interfacciano direttamente al modem/router grazie al collegamento diretto Wi-Fi, i moduli retrofit richiedono la presenza di un gateway esterno (chiamato anche “controller” o “hub”) compatibile con la tecnologia utilizzata dai moduli (proprietaria o standard come Zigbee).

Gateway Gewiss
Gateway Gewiss

Se volete automatizzare le luci della camera da letto dovrete quindi sostituire deviatori, interruttori e invertitori elettromeccanici con quelli “smart” ma, in molti casi, anche acquistare, installare e collegare l’unità gateway (sempre su supporti a incasso o esterni).

Quasi tutte le aziende sono ormai orientate verso la tecnologia Zigbee per ragioni di praticità, funzionalità e costi. Questo standard di comunicazione supera i limiti di altre tecnologie come Bluetooth e Wi-Fi assicurando bassi consumi energetici, una maggiore affidabilità e copertura radio (i vari dispositivi Zigbee comunicano tra loro ampliando e stabilizzando la copertura dei segnali).

Credit: Vimar

Altro vantaggio della tecnologia ZigBee è la sua integrazione in molti dispositivi domotici (e non solo) come smart speaker e smart display (es.: Amazon Echo di quarta generazione, Echo Studio e Echo Show 10 di terza generazione).

Amazon Echo di quarta generazione con hub Zigbee integrato

Se possedete già uno di questi smart speaker/display e i moduli retrofit che avete scelto sono “ZigBee Ready”, molto probabilmente non dovrete aggiungere alcun gateway.

Moduli smart retrofit: cosa offre il mercato

BTICINO

Smart Home di BTicino è la soluzione ideale per le ristrutturazioni parziali o per rendere smart una o più stanze senza dover sostituire tutti i moduli, i supporti e le placche già presenti in casa, senza opere murarie né complicati (e costosi) lavori di ricablaggio.

Interruttori luce, tapparelle e presa smart BTicino

Basta scegliere uno o più moduli retrofit delle serie civili Living Now, Matix Smart, Livinglight o Livinglight with Netatmo per “smartizzare” l’impianto elettrico con la massima semplicità, eleganza e originalità.

Interruttori e prese smart hanno le stesse dimensioni delle versioni tradizionali ma sono dotati di un sistema radio per connettersi con il gateway e con qualsiasi smartphone e tablet Android e iOS.

Gateway BTicino

Basta installare la app Home+Control (iOS/Android) per gestire, modificare e programmare in modo intelligente tutte le funzioni di luci, tapparelle, prese, gestione energetica e riscaldamento.

App BTicino Home+Control

La app offre anche 8 scenari personalizzabili, visualizza i consumi totali giornalieri (con storico mensile e annuale), regola la luminosità e i colori delle lampadine led RGB, permette di definire la priorità dei carichi per lo scollegamento in caso di sovraccarico elettrico (es.: piastre a induzione, pompe per piscine, ricarica veicoli elettrici, ecc.), fornisce notifiche in tempo reale sullo stato dell’impianto (es. luce dimenticata accesa o tapparella alzata) e dei carichi.

Oltre a controllare luci, prese, motori per tapparelle e altri dispositivi “base”, il sistema Smart Home BTicino può espandersi fino alla gestione totale della casa grazie al termostato connesso Smarther2 with Netatmo e ai videocitofoni smart Classe 300EOS with Netatmo con assistente vocale Alexa integrato, oppure Classe 300 o Classe 100 Wi-Fi per rispondere alle videochiamate ed aprire la porta direttamente dallo smartphone.

Cronotermostato Smarther 2 with Netatmo
Cronotermostato Smarther 2 with Netatmo

BTicino offre anche due soluzioni in kit: il primo per ‌il controllo di luci, prese e dei carichi anti black-out, il secondo per il controllo delle tapparelle e di un punto luce. Entrambi i kit sono disponibili nella versione bianca, tech e antracite.

Starter Kit BTicino Livinglight with Netatmo per tapparelle

Aggiungendo nel quadro elettrico i moduli smart Btdin si ottiene addirittura un controllo completo dell’impianto elettrico. Grazie al modulo gestione carichi smart è possibile impostare le priorità dei carichi per fare in modo che, in condizioni di potenziale sovraccarico, il sistema scolleghi automaticamente gli elettrodomestici meno importanti così da scongiurare l’intervento del contatore generale.

Per aiutarvi a scegliere i moduli più adatti alle vostre esigenze, BTicino mette a disposizione il Preventivatore per creare un progetto di upgrade o retrofit su misura e senza il rischio di commettere errori.

VIMAR

La soluzione Vimar per retrofit e upgrade di impianti elettrici già esistenti e funzionanti si chiama Vimar View Wireless.

Permette di gestire l’illuminazione degli ambienti, le tapparelle o le tende motorizzate, controllare consumi di energia e gestire gli scenari con la massima semplicità tramite i classici interruttori, app o direttamente con la voce (Alexa, Google e Siri).

View Wireless è ideale in caso di ristrutturazione o per il potenziamento delle funzioni di un impianto esistente, per una o più stanze di case, uffici, negozi e nelle situazioni in cui si preferisce ridurre gli interventi di opere murarie e di ritinteggiatura.

I comandi senza batterie e senza fili permettono di aggiungere punti di controllo in piena libertà ed in qualsiasi momento. Inoltre è un utile supporto per gli anziani e per le persone con difficoltà motorie.

Anche in questo caso basta sostituire gli interruttori elettromeccanici dell’impianto esistente (Eikon, Linea, Arké o Plana) con i nuovi dispositivi digitali Vimar ed alimentarli.

Con questa soluzione, l’impianto mantiene l’estetica originaria e si arricchisce di nuove funzionalità digitali a tutto vantaggio del comfort, dell’efficienza energetica e della sicurezza, aumentando al contempo il valore dell’immobile.

Tutti i dispositivi del sistema View Wireless sono dotati di tecnologie Bluetooth e Zigbee. Il sistema MESH Bluetooth serve a connettere luci, tapparelle e tende al gateway Bluetooth/Wi-Fi da incasso, così da supervisionare l’impianto via Wi-Fi da app e integrare via cloud tutti i principali assistenti vocali.

Se nella vostra casa avete già un dispositivo Amazon Echo compatibile ZigBee (vedi sopra) potete utilizzarlo come gateway per la connessione dei dispositivi digitali Vimar e come punto di controllo delle loro funzioni base (luci e tapparelle).

La gamma Vimar View Wireless comprende il dimmer connesso 19595.0, il deviatore smart 19592.0, i comandi per tapparelle smart 19594.0, l’attuatore smart 19593.M, il gateway 19597.B e diversi altri dispositivi come il comando vocale da incasso con Alexa per azionare luci, movimentare tende e tapparelle, controllare il clima, richiamare degli scenari, ascoltare la musica preferita e controllare altri dispositivi compatibili con un semplice comando vocale (anche personalizzabile) e il termostato smart a rotella 02973.B per serie civili Eikon, Arké, Plana e Idea.

Comando vocale da incasso Vimar con Alexa integrata

Da segnalare anche l’energy meter connesso IoT monofase 02963 per la misura di consumo/produzione di energia elettrica istantanea e storica (con risoluzione oraria, giornaliera, mensile e annuale), il modulo relè connesso IoT 03981 per pilotare carichi da smartphone e pulsante tradizionale remoto e il modulo tapparella connesso IoT 03982 per comandare tapparelle e tende con i pulsanti collegati.

La configurazione dell’impianto si effettua con la app Vimar View Wireless (scarica qui il manuale) mentre la gestione dei dispositivi richiede la app Vimar View (iOS/Android).

App Vimar View

La app Vimar View permette di personalizzare fino a 16 scenari, verificare lo stato di luci, tapparelle o tende e dei carichi connessi alle prese, visualizzare i consumi energetici, ricevere notifiche in caso di superamento della potenza contrattuale, controllare anche gli altri sistemi Vimar per l’allarme e la videocitofonia, collegarsi alla piattaforma IFTTT per interagire con dispositivi connessi di terze parti.

GEWISS

Anche la bergamasca Gewiss propone varie soluzioni di smart retrofit per domotizzare singole stanze o interi appartamenti, uffici e negozi con la massima semplicità ed eleganza.

Il sistema SMART HOME comprende quasi 200 dispositivi tra interruttori, deviatori, dimmer, controlli tapparelle, gateway, ecc. È basato sul protocollo Zigbee, offre una gamma competa di soluzioni per la Smart Home ed il piccolo terziario, adatte sia per le nuove costruzioni che per le ristrutturazioni.

Monitora la sicurezza, il comfort e i consumi di qualsiasi ambiente, utilizzando la app proprietaria, le piattaforme IoT Google Home, Amazon Alexa e IFTTT, i comandi vocali di Google e Alexa.

Basta sostituire i dispositivi elettromeccanici tradizionali con quelli di tipo connesso (uno solo per ogni circuito luce, tapparella o presa comandata) e installare l’Home Gateway in una classica scatola portafrutti da incasso oppure nel quadro elettrico (entrambi raggiunti da un buon segnale Wi-Fi).

Modulo Home Gateway e app

Il controllo del nuovo impianto domotico avviene con la app Home Gateway (iOS/Android) che serve anche a configurare i dispositivi connessi (associazione dispositivi-gateway), le funzioni smart dell’impianto e del cloud.

Gewiss SMART HOME permette anche di ampliare le funzioni dell’impianto attingendo all’intera gamma dei dispositivi Smart Home Connessa. Ad esempio è possibile installare le placche Ego Smart (che segnalano situazioni anomale, di pericolo o allarme grazie al display integrato e intelligente) e ChoruSmart, le pulsantiere ECO, i sensori di presenza oppure i dispositivi per la termoregolazione.

Placca Ego Smart con display intelligente

Per ulteriori dettagli e approfondimenti sulla SMART HOME Gewiss vi consigliamo di scaricare questa brochure tecnica.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php